Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Oggi in evidenza
    NEW!           NEW!  

17/11/2017 COMUNICATO: È MORTO RIINA

16/11/2017 NOTIZIA ANSA

16/11/2017 COMUNICATO

16/11/2017 COMUNICATO

16/11/2017 COMUNICATO

17/11/2017 NOTIZIA Adnkronos

17/11/2017 COMUNICATO

17/11/2017 COMUNICATO

17/11/2017 NOTIZIA ANSA

17/11/2017 NOTIZIA ANSA

19/11/2017 NOTIZIA ANSA


22/03/2015 Tornano sul sito i verbali dei dibattimenti

2707
COMUNICATO del 16/11/2017

Sig. Ministro della Giustizia, Sig. PNA, Sig. Direttore del DAP.

Dove sta la logica secondo cui avete dovuto firmare della carta di Stato per autorizzare i familiari di Riina ad assistere alla morte del loro congiunto il capo di Cosa Nostra,una organizzazione criminale a struttura piramidale, che in Italia ha provocato lutti, miseria e disperazione quanta ne hanno prodotta i nazisti nei campi di concentramento?
Perch&eacuto; avete messo noi le vittime di Riina a dover affrontare il torto della Vostra umana pietà intrisa di ipocrisia e vigliaccheria?
Cosa farete il 27 Maggio prossimo, verrete a Firenze in via dei Georgofili a mettere in fila un per una le cattiverie, le scelleratezze di "cosa nostra" organizzazione criminale a cui appartiene Salvatore Riina e fare finta di indignarvi?
Riina poteva morire come tutti, e lui in vita è trattato sicuramente meglio di tutti noi, senza che ci fosse alcun bisogno della pietà istituzionale.
Perch&eacuto; Riina deve morire con la Sua famiglia, i nostri figli sono morti soli come cani abbandonati dallo Stato nelle mani di Riina, è per questo che vi attanaglia il senso di pietà verso la mafia?
Lo Stato deve garantire giustizia alle vittime in base al crimine che il reo ha commesso e Riina ha passato ogni limite nella scala criminale.
L'Abbiamo detto nel nostro comunicato, Dio abbia pietà di Riina non gli uomini istituzionali di questa Italia.
Non vi capiremo mai
Eravamo soli quando Riina ci ha massacrato in via dei Georgofili, siamo soli oggi davanti ad uno Stato pietoso verso il CAPO DI COSA NOSTRA.
Concludo, Signor Ministro, Lei che è spezzino, è informato di come muoiono in questi giorni i vecchi nell’ospedale della Spezia e Sarzana abbandonati senza familiari?

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofli