Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Cerca nel sito

Inserisci
una o più parole da ricercare
Cerca:
fra le notizie del periodo:


nei file del sito  
negli atti ufficiali
ma solo nella directory

Combina
le parole chiave con
"E"
"OPPURE"


Versione stampabile   

Provincia di Pisa - Giornata della legalità
24 febbraio 2011


[..] oggi, 24 febbraio si è svolto presso la Sala Consiliare della Provincia di Pisa, l'incontro su
Educare alla Legalità - La Giornata della Memoria e dell'Impegno: il dolore che diventa strumento di impegno ed azione di pace
in occasione del quale è stata data lettura di un toccante messaggio inviatoci dal Presidente dell'Associazione tra i Familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili. [..]

Paola Viegi
Provincia di Pisa


Cari ragazzi,

"Educare alle legalità" è una frase molto ricorrente di questi tempi. Siamo certi che tutti voi siete in grado di comprendere bene ciò che si vuole da voi: che impariate quei valori di grande onestà che tutti noi, generazioni passate, non abbiamo avuto.

Presa coscienza dei grandi errori del passato, oggi gli insegnanti, soprattutto nelle scuole, vogliono inculcare nelle vostre teste che o si è onesti o non si va da nessuna parte, perché prima o poi qualcuno il prezzo per la mancanza di onestà, che dovrebbe essere insito nell'essere umano ma che a causa di ingordigie deve essere ancora coltivato e quindi educato, qualcuno quel prezzo lo pagherà tutto intero.

A Firenze in via dei Georgofili il 27 Maggio 1993 lo hanno pagato i nostri morti, la cui memoria difendiamo con tutti noi stessi, tenendoli lontani da strumentalizzazioni di ogni sorta.

Ma non vogliamo riempirvi di frasi che possono sembrare retoriche con questo nostro scritto che vi inviamo perché, purtroppo, siamo impossibilitati ad essere presenti insieme alle altre realtà sul territorio toscano.

Noi oggi volevamo essere lì con voi, a parlare in prima persona della strage che ci riguarda perché malvolentieri deleghiamo; volevamo ricordare la storia di quella terribile notte che è stata il 27 Maggio 1993 in via dei Georgofili, parlare delle nostre vittime che sono nostre, quelle che sono morte e quelle che sono rimaste ferite, per le quali la nostra Associazione si spende ogni giorno combattendo contro ogni forma di strumentalizzazione.

Abbiamo un processo per le stragi del 1993 in corso a Firenze nell'aula bunker e il giorno 24 febbraio, quando voi sarete a convegno, parlando di legalità, noi ascolteremo i testimoni di quella tragedia in un'aula di giustizia. Penseremo a tutti voi e a quanti ci supportano nella nostra azione continua e costante contro la mafia dentro le aule di giustizia.

Vi promettiamo che, se la provincia di Pisa ce lo consentirà, quanto prima faremo un convegno con tutti voi ragazzi e vi parleremo di ciò che ci sta a cuore, e di ciò di cui avete il diritto di sapere.

Comunque sappiate che nel mese di maggio, dopo un'interruzione per i mesi di marzo e aprile, proseguirà il processo per le stragi del 1993: le udienze sono pubbliche, già altri studenti maggiorenni di licei fiorentini hanno assistito a testimonianze importanti come quella di Gaspare Spatuzza. Auspichiamo, in maggio, che possiate anche voi in delegazione essere presenti.

Inoltre, il 26 maggio 2011 in Regione Toscana dalla mattina all 9 fino alle 13, sarà l'anniversario della strage, prepareremo il solito incontro annuale con i Magistrati e altri personaggi molto importanti, i ragazzi delle scuole potranno fare domande.

Auguriamo alle istituzioni della Provincia di Pisa e alle altre associazione presenti al convegno un fattivo lavoro sul tema della legalità da diffondere fra i giovani.

Noi siamo sempre attivi, il nostro impegno è costante tutto l'anno.

Non smetteremo di lottare fino a quando la parola "legalità" sarà soltanto una parola sul dizionario; non smetteremo di combattere fino a quando la presa di coscienza sarà effettiva e reale. Non smetteremo di lottare fino a quando si sarà compreso che la mafia ha fatto la strage di via de' Georgofili, perché a Firenze come altrove la mafia trova terreno fertile nella politica mafiosa, in prima battuta, e poi in quegli uomini delle istituzioni che colludono col potere mafioso.

Ringraziamo tutti quanti dell'attenzione dei nostri confronti, e ancora scusateci per la nostra assenza che però è solo "fisica", non emotiva.

Un abbraccio a tutti
Per l'Associazione
Giovanna Maggiani Chelli
Presidente.