Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Cerca nel sito

Inserisci
una o più parole da ricercare
Cerca:
fra le notizie del periodo:


nei file del sito  
negli atti ufficiali
ma solo nella directory

Combina
le parole chiave con
"E"
"OPPURE"


Versione stampabile   
Intervento di Luigi Dainelli
Piazza della Signoria
26 Maggio 2007



Buona sera a tutti.
A nome di tutta l'Associazione ringrazio tutti quanti hanno contribuito a questa serata.
Un grazie al Comune di Firenze che ci ospita in Piazza della Signoria, dove ogni anno cerchiamo di dare vita a qualcosa che ci aiuti a non far dimenticare agli altri la notte del 27 Maggio 1993.
Grazie ai nostri ospiti: il Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso, il Procuratore Vigna e il Procuratore Nicolosi, instancabili paladini, sempre al fianco delle vittime della strage di via dei Georgofili.
Saluto e ringrazio le istituzioni che ci sono vicine in una serata così importante.
Fra poco Giulia Weber che quella notte abitava sotto l'Arco delle carrozze vi dirà con il suo monologo tutto quello che sta dentro tutti noi da 14 anni, esternerà i nostri sentimenti legati a quel tragico evento che non possiamo dimenticare, che non vogliamo dimenticare e non solo per noi, ma per quanti sono convinti che la mafia vada contrastata.
Il contrasto alla mafia per il quale da anni l'Associazione si impegna e che trapelerà di sicuro negli interventi dell'Avvocato Ammannato e di Giovanna Chelli subito dopo il Monologo, è uno degli obiettivi di cui l'Associazione si fa carico instancabilmente. Riteniamo di lavorare molto; a volte la soddisfazione per gli obiettivi raggiunti ci gratifica a volte le sconfitte ci abbattono ma mai ci arrendiamo. E mai ci arrenderemo.
Il teatro è sempre stata una forma d'espressione amata dalla nostra amica Daniela Ceccucci.
Daniela che questa sera vogliamo ricordare, con grande nostalgia, per la infaticabile passione che metteva nell'aiutare tutti noi a trovare idee per fare risaltare il nostro impegno: ebbene, il Teatro di Roberto Mazzi che seguirà gli interventi dell'Associazione e che ci accompagnerà fino all'1.04 l'ora della strage, con il lavoro "Cap.IX Tango" attraverso quello che di più melanconico c'è nel Tango, sarà il nostro contributo al ricordo di Daniela che non scorderemo mai.
Vi auguro una buona serata, e vi saluto tutti ringraziando per la vostra attenzione.

Luigi Dainelli