Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1° dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: preparazione_esami_dibattimento/pol_giud/giuttari/file45.txt


ANTEFATTO (GIUTTARI):

A seguito dell'annotazione del 28.2.1994, che evidenzia i primi dati sul circuito SPATUZZA-AUTOTRASPORTI SABATO, il Pubblico Ministero in data 2.3.1994 dispone per l'acquisizione di una serie di tabulati, tra i quali quelli relativi a
- cellulare intestato a SPATUZZA Gaspare,
- cellulare intestato a AUTOTRASPORTI SABATO
- utenza "fissa" intestata a MAZZOLA TAORMINA,
- utenza "fissa" intestata a SABATO Pietro,
utenza "fissa" intestata a SABATO Gioacchina.
I tabulati vengono acquisiti in data 7.3.1994.



ANTEFATTO (GIUTTARI):

A seguito dell'annotazione del 28.2.1994, che evidenzia i primi dati sul circuito SPATUZZA-AUTOTRASPORTI SABATO, il Pubblico Ministero in data 2.3.1994 dispone per l'acquisizione di una serie di tabulati, tra i quali quelli relativi a
- cellulare intestato a SPATUZZA Gaspare,
- cellulare intestato a AUTOTRASPORTI SABATO
- utenza "fissa" intestata a MAZZOLA TAORMINA,
- utenza "fissa" intestata a SABATO Pietro,
utenza "fissa" intestata a SABATO Gioacchina.
I tabulati vengono acquisiti in data 7.3.1994.



10.3.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)
Con l'ann.ne in questione si riferisce circa l'acquisizione avvenuta il 7.3.1994 dei tabulati (oggetto del decreto del Pubblico Ministero del 2.3.1994 e si rappresenta la richiesta di acquisire il tabulato relativo al cellulare intestato a LO NIGRO Cosimo, dato che vi sono ricorrenze sul cellulare di SPATUZZA Gaspare.
(non vi è analoga richiesta nei confronti delle utenze riferibili a GIACALONE Luigi, in quanto il cellulare di SPATUZZA Gaspare è in contatto con l'utenza intestata alla AUTO G. & G., al momento non direttamente riferibile a GIACALONE Luigi.)

Si rappresentano, con la stessa ann.ne anche i primi accertamenti su VASILE e noleggi auto.
Emerge (documentazione acquisita presso l'EUROPCAR di Roma) il noleggio dell'ASTRA decorrente dal 10.8.1993 e, precedentemente, il noleggio il 1°.7.1993, di una Y10. Questo secondo noleggio è sato effettuato in Viareggio ed il mezzo è stato restituito, sempre a Viareggio, il 7.7.1993.

28.3.1994
DIA Firenze (GIUTTARI - ripresa in ann.ne 19.4.1994)

Rappresenta accertamenti fatti c/o l'anagrafe di Palermo e archivi locali organismi di pg, dal 4 all'11.3.1994.
L'esposizione deve mirare a stabilire, anche, che non hanno riferimenti parentali in territorio toscano, i nuclei familiari di VASILE Giuseppe .....

Mi preme far risultare le circostanze di tempo e luogo dell'arresto di VASILE Giuseppe (si raccorderà con dichiarazioni di BRUSCA Giovanni): arresto eseguito in data 3.10.1993 alle 22,30, dalla Squadra Mobile della Questura di Palermo: il VASILE il 3.10.1993 era stato, all'atto del suo arrivo all'aeroporto di Palermo, a mezzo dell'ultimo volo proveniente da Napoli, accompagnato in Questura per essere esaminato come persona informata sui fatti. Era stato quindi arrestato, nella flagranza di reato in relazione al delitto di procurata inosservanza di pena (beneficiari i GRAVIANO), aggravato dalla finalità di mafia, a seguito di sospensione dell'atto di assunzione di informazioni.

Sul nucleo familiare dei VASILE specificare gli indirizzi delle varie abitazione e, in particolare, che l'indirizzo di Corso Tukory 8 è pertinente il contesto familiare dei VASILE.
7.4.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)
Identificazione di MANGANO Antonino, sulla base della delega sulle dichiarazioni di LA BARBERA Gioacchino.
Da evidenziare che MANGANO Antonino ha una condanna definitiva, pronunciata il 28.9.1989 dalla Corte di Appello di Palermo, per falso documentale continuato , commesso per favorire la latitanza di GRECO Michele, fatto per il quale MANGANO Antonino era stato tratto in arresto il 2.4.1986 dai CC. del Gruppo Palermo 2°.
Il fatto risaliva a quando MANGANO Antonino era stato presidente della delegazione comunale di SETTECANNOLI ed in tale veste aveva rilasciato il documento falso di identità.
Risultavano anche rapporti tra MANGANO Giovanni e QUARTARARO Filippo (quello poi ucciso il 26.6.1991
19.4.1994
DIA Firenze. (GIUTTARI)
L'annotazione riferisce su vari punti oggetto di una delega data dal Pubblico Ministero il 2.3.1994 (unitamente quindi ai primi provvedimenti di acquisizione di tabulati).

Da evidenziare:
- il nucleo familiare dei fratelli GRAVIANO Giuseppe, GRAVIANO Filippo e GRAVIANO Benedetto, per riferire sul fatto che il padre Michele è stato vittima di omicidio e per isolare la figura di QUARTARARO Vincenza e di QUARTARARO Andrea, in relazione alla riferibilità ai GRAVIANO della Palermitana Blocchetti e della Reno' Service.
Citare data arresto di GRAVIANO Benedetto e citare particolare della villa di Lungomare Cristoforo Colombo di Carini intestata a PIAZZESE Settimo, dipendente della Reno' Service, le cui chiavi furono trovate nel possesso di GRAVIANO Benedetto al momento dell'arresto (29.9.1993).

- la composizione della famiglia di SPATUZZA Gaspare, per isolare la figura del fratello Salvatore, irreperibile da anni.

- elementi tratti da atti acquisiti presso la Squadra Mobile di PA, dai quali emerge la identificazione di SPATUZZA Gaspare e di TUTINO Vittorio.[1]
Si tratta della identificazione avvenuta allorché gli stessi, il 6.11.1991, si trovavano a bordo di una Renault Clio tg. PA/A.80803 (condotta dal TUTINO Vittorio) che era stata venduta dalla RENO' SERVICE.

- Ulteriore elaborazione degli elementi che danno risalto investigativo alla persona di SPATUZZA Gaspare (a partire dall'OCC dell1.2.1994)

- Elaborazione sui noleggi riferibili a VASILE Giuseppe. Importante far notare che risulta che VASILE il 1°.7.1993 effettuò il noleggio di una Y10 all'Europcar di Viareggio, con riconsegna del mezzo il 7.7.1993. E che poi effettuò il secondo noleggio, uesta volta di un'Astra, il 9.8.1993, a Torino, con riconsegna del mezzo il successivo 20.8 a Palermo.
Da ann.ne DIA Palermo 27.8.1993 emerge che VASILE per i suoi noleggi di auto indicava il proprio recapito in Corso Tukory, 8.
21.4.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)
Riferisce su esito, negativo (per mancanza di conversazioni), dell'intercettazione sul cellulare n. 0337/892735 intestato a MAZZOLA Rosalia, moglie di SPATUZZA Gaspare. Risulta che l'utenza è inattiva dal 29.1.1994 al 4.3.1994 e si richiama che nei confronti di SPATUZZA Gaspare in data 1.2.1994 è stata emessa OCCC.
Vi sono stati, dopo la ripresa, alcuni "riutilizzi".


22.4.1994 (due annotazioni)
DIA Firenze (GIUTTARI)
Riferisce sulla sospensione (eseguita il 22.4.1994) dell'intercettazione sul cell.re intestato a MAZZOLA Rosalia.

E sulla attivazione dell'intercettazione (eseguita anch'essa in data 22.4.1994) sul cellulare intestato ad AUTO G. & G.

Identificazione di GIACALONE Luigi: si segnala l'identificazione di polizia, assieme a SPATUZZA Gaspare e a LO NIGRO Cosimo, del 24.9.1993.


22.4.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)
Riferisce su intercettazione
(Int.ne VASILE Giuseppe iniziata 18.3.1994)
Int.ne SABATO Pietro iniziata 18.3.1994: non risulta che l'utenza di abitazione di SABATO Pietro, utilizzata anche dalla figlia, abbia il circuito che figura nel tabulato intestato alla "AUTOTRASPORTI Sabato", e da qui la riprova che l'utilizzatore del cellulare non può essere la SABATO Gioacchina o qualche suo familiare.


28.4.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)
Riferisce su intercettazione cellulare di GIACALONE Luigi, precisando che le operazioni sono iniziate il 22.4.1994. Si evidenza l'attualità di rapporto, in Sicilia, tra SCARANO Antonio, GIACALONE Luigi ed altri.





6.5.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)
Viene proposta l'attivazione di operazioni di intercettazione sull'utenza cellulare intestata a LO NIGRO Cosimo.


10.5.1994
DIA Firenze (GIUTTARI)

(Emerge, per la prima volta, la figura di PIZZO Giorgio.


Porre in evidenza identificazione 19.11.1992 di GIACALONE Luigi e di GRIGOLI Salvatore, ed in particolare porre in evidenza, illustrando anche il contratto di affitto, stipulato il 16.2.1988 e registrato in data 18.2.1988, dell'immobile di Corso dei Mille 1319 a-e, sottoscritto da GRIGOLI Salvatore in qualità di leg. rapp.te della snc Auto G & G.


14.5.1994
DIA Firenze. (GIUTTARI)
Sul pedinamento del 10.5.1994 di GIACALONE Luigi a Milano e del successivo viaggio al "sud" con l'incidente stradale rilevato dalla Polstrada di Palmi, incidente stradale nel quale GIACALONE Luigi era alla guida di una Peugeot 106 X SL, tg. PA/B.83638.
Qui non c'è bisogno di citare le intercettazioni telefoniche: basterà dire che fu attivato un pedinamento, che fu eseguito anche a Milano, sulla base dell intercettazioni e che vi è riscontro con le resultanze dei tabulati sia di GIACALONE Luigi sia di LO NIGRO Cosimo.


Vi è un'apertura sul conto di FERRO Giuseppe del quale è illustrato il curriculum criminale. Questa annotazione non è completa per quanto riguarda i periodi di detenzione/libertà di FERRO Giuseppe. Si menziona il solo arresto del 25.3.1994.
Si menziona, ed è importante, la scarcerazione dalla Casa circ.le di Messina del 29.4.1993.

Emerge la identificazione di GIACALONE Luigi e di GRIGOLI Salvatore il 19.11.1992 a Palermo.


Viene poi messa in evidenza un'altra serie di circostanze: incidente del 10.5.1993 di GIACALONE Luigi sulla Salerno-Reggio Calabria (non è circostanza sulla quale però ci si debba soffermare. E nemmeno sul punto dei contatti - REDONDI etc.- che GIACALONE Luigi intratteneva a Milano per i suoi traffici di auto)



Da ricordare che, in occasione dello spostamento aereo effettuato da Palermo il 1.6.1994, con destinazione Milano (che è l'antefatto dell'arresto del 3.6.1994), GIACALONE Luigi si fa registrare con il nome "GIANNONE Luigi". La circostanza è ben dimostrata perché GIACALONE Luigi viene "pedinato" dal CO DIA di Milano dal momento in cui sbarca dal volo Palermo-Milano che atterra a Linate alle 12,20. Su quell'aereo, nella lista dei passeggeri, non c'è il nome "GIACALONE Luigi", bensì quello di "GIANNONE Luigi"
Il dato è significativo in quanto dimostra la prassi di registrarsi sui mezzi di trasporto _(aerei, navi) con il proprio nome opportunamente storpiato.



Con l'occasione illustrare la circostanza che GIACALONE Luigi, nell'autosalone, era coadiuvato da AIELLO Matteo.


Bisogna illustrare a questo punto, anticipando l'esposizione dell'ann.ne 10.10.1994 (DIA Firenze.[2] - GIUTTARI) l'analisi della documentazione sequestrata a GIACALONE Luigi e a SCARANO a seguito dell'arresto.

L'annotazione segnala:
- nominativi, indirizzi e numero telefono LIBERATI-CANTALE su agende di GIACALONE Luigi.
- nominativo Agenzia Assicurazioni Capena (viene stabilito il collegamento tra l'agenzia di assicurazioni e la Fiat Regata tg. Salerno di SCARANO;
- numero di cellulare di SANTAMARIA Giuseppe (indicato come "Pino Roma");
- le emergenze dal registro di carico dell'autosalone di GIACALONE Luigi delle auto portate da Fionda, compresa la Fiat UNO con la targa dell'auto della Fiori;
- biglietto da visita di MORONI Bruno (soccorso stradale) che si trova anche tra i documenti di SCARANO;
- recapiti telefonici di "Roberto Capena" (si tratta di PETRUCCI Roberto)

anche i documenti rinvenuti a GIACALONE Luigi:
- il registro delle auto, per evidenziare l'auto venduta a MESSINA DENARO Matteo, quella venduta a GRIGOLI Francesco, quelle che venivano da Roma (Pergamo, "Fiori", le altre auto della SIV Auto portate a Palermo da FIONDA);
- i numeri telefonici che aveva GIACALONE Luigi, compresi i due riferibili a ALEI Giuseppe, quello della villetta di Capena. Rilevanti quelli (utenza fissa e cellulare) intestati a MORONI Bruno, a PERGAMO Francesco, a LIBERATI Giuseppe, a casa di SCARANO a Triscina;
- la documentazione cartacea trovata a GIACALONE Luigi, compreso il famoso biglietto con l'elenco degli invitati al fidanzamento, che da una telefonata intercettata a casa GIACALONE Luigi il 1°.6.1994 risulta era fissato per il 26 giugno, della figlia di GIACALONE Luigi con LO NIGRO Cosimo. (non so però se la DIA è in grado di riferire in merito, dato che ne ha parlato il solo DI FILIPPO Pasquale).

Ed inoltre, i numeri telefonici rinvenuti a SCARANO, all'atto dell'arresto.
Da segnalare che le uniche utenze palermitane che risultano sono quelle di GIACALONE Luigi.



21.11.1994
DIA Firenze e Roma (GIUTTARI)
Sono i riscontri sulla vicenda delle riparazione della Volvo.





30.1.1995
DIA Firenze (GIUTTARI)
Illustrare l'attività investigativa che porterà a sviluppare tutti i contatti più significativi di SCARANO (alcuni comuni anche a GIACALONE Luigi), ricostruiti con le ultime indagini della DIA:

- MORONI, sul conto del quale si segnala anche che dispone di un autocarro (non so se sia quello usato come carro-attrezzi).
- PETRUCCI - Capena Affari 2000.

Vi è, di rilevante, anche lo sviluppo dell'accertamento circa il contratto di acquisto che aveva fatto SCARANO per Fiano Romano.

Non è da soffermarsi, salve domande dei difensori, sugli altri, a partire da BALDUCCI.





6.2.1995
DIA Firenze (GIUTTARI)
Resoconto su atti di indagine delegati, specificamente importanti per le posizioni di LIBERATI, CANTALE, GRECO Rosalba, PAGNOZZI, MORONI.

Occorre che siano essenzialmente illustrate le attività di indagine che hanno portato alla identificazione dei vari appartamenti (Dire Daua etc.). Illustrare quanto è emerso sulla gestione dei vari appartamenti (proprietari, locatari, epoche, etc.):

Inoltre dettagliare:
- detenzione di LIBERATI dal 13.5.1993 al 21.7.1993, seguita da arresti domiciliari e, poi, da concessione di permesso per andare a lavorare. L'individuazione della circostanza in questione si è resa necessaria in quanto ad essa aveva fatto riferimento CANTALE Simonetta per indicare l'epoca di iniziale conoscenza, a Roma, di "Luigi", amico di SCARANO, commerciante di auto a Palermo, che si era presentato assieme a "Gaspare";

Solo da citare:
- identificazione di PAGNOZZI e BENDIA quali donne che avevano accompagnato la CANTALE a fare le pulizie;
- indicazioni, provenienti anch'esse da CANTALE Simonetta, circa certo "Peppe" (sul momento non identificabile) che, verso la Pasqua del 1994, era stato a casa della medesima assieme a SCARANO e a Luigi (GIACALONE Luigi);
- indicazioni analoghe, provenienti sempre da CANTALE Simonetta, di altre persone che in quel periodo erano a Roma e, tra l'altro, andarono una volta a pranzo con SCARANO e la medesima CANTALE: "Luigi", "Peppe" già menzionato, e "Cosimo".




7.2.1995
DIA Firenze (GIUTTARI)
Sempre su individuazione appartamenti (vd. punto che precede). Emerge la figura di BIZZONI, al momento solo in relazione a Via Dire Daua.



9.2.1995[3]
DIA Firenze (GIUTTARI)

IMPORTANTE
Data della perquisizione (9.2.1995) che è stata effettuata, per la prima volta, alla villetta di Capena.
Questa prima perquisizione è negativa.
GiUTTARI dovrà riferire sulle varie operazioni effettuate in occasione di questa prima perquisizione.
Poichè gli spadini e gli sbozzi delle chiavi sono stati rinvenuti solo in occasione di un ulteriore accesso alla villetta, e PANCRAZI e SILVESTRINI hanno spiegato che gli oggetti si trovavano sotto un cestino, di coccio, nel quale si trovavano delle nocciole, GIUTTARI dovrà precisare se ricorda di aver notato cestino e nocciole.
GIUTTARI dovrà anche leggersi le dichiarazioni rese sul punto al dibattimento da PANCRAZI e in particolare da SILVESTRINI, in quanto è emerso: che in occasione del primo accesso a Capena (per identificare Alei e per farsi indicare la villetta affittata a SCARANO Antonio) non fu fatta alcuna perquisizione; che per fare, successivamente, la perquisizione è stato fatto intervenire ALEI che disponeva delle chiavi; che, eseguita la perquisizione, la chiave fu restituita ad Alei.



11.2.1995
DIA Firenze (GIUTTARI)
Sempre nello stesso filone dei due punti che precedono.

Rilevante per:

- epoca in cui iniziò la disponibilità, da parte di "Bizzoni", dell'appartamento di via Dire Daua;
- assunzione di informazioni da QUARANTA e MARIANELLI e atti collegati (saranno riferite solo per la parte che riguarda l'inizio ed il termine della disponibilità dell'appartamento di Largo Capitolino, e sulle rimostranze che la Marianelli andò a fare);



24.2.1995
DIA Firenze (GiUTTARI)
Relativo alla individuazione del Ristorante "da Romano": da riferire che è stato identificato con le indicazioni di CANTALE Simonetta.


24.2.1995 (in fasc. dib.to vol. 5)
DIA Firenze (GIUTTARI)
Riferisce su prime operazioni di perquisizione effettuate negli appartamenti della RUIZ e del QUARANTA.
Solo per precisare che gli atti sono stati eseguiti con l'intervento dei Consulenti del Pubblico Ministero, e quindi che vi è stata una compresenza del personale di PG e dei Consulenti.


2.3.1995
DIA Firenze (GIUTTARI, pregato però di controllare in quali parti abbia già riferito su questi punti PANCRAZI)
Rilevante per:
- cronistoria fuoristrada Mitsubishi di SCARANO;
- data di detenzione di LIBERATI Giuseppe (13.5 - 21.7.1993);
- il particolare che alla MILAN Matilde (che lo ha riferito alla DIA) GIACALONE Luigi fu presentato da BIZZONI;
- che la MILAN era uscita con GIACALONE Luigi, e che GIACALONE Luigi aveva una Fiat UNO di color chiaro;
- che la MILAN aveva sulla propria agenda il numero di telefono del cellulare del GIACALONE Luigi;
- che in effetti dal cellulare di GIACALONE Luigi risultano fatte numerose chiamate alle utenze della MILAN (dal 27.3.1994 al 21.5.1994);
- sul fatto che la MILAN si incontrò anche con GIACALONE Luigi a Palermo.


15.3.1995
DIA Firenze
Rilevante per accertamento su "interrogazione CED" sulla targa del trattore VOLVO, in rapporto all'imbarco sul "Freccia Rossa" dello stesso mezzo


21.3.1995
DIA Firenze GIUTTARI.

Mette in evidenza alcuni profili dell'"indagine SPINA".
Rilevante per:
- rielaborazione circostanze accertate nel corso dei pedinamenti di SCARANO all'epoca dell'operazione "Spina";
- contatti diretti tra SCARANO e la coppia SCELABI-MARANO (in via delle Rose, 36). MARANO è stato l'acquirente della famosa Seat Malaga in uso a FRABETTI Aldo.
.............
- trasferta di SCARANO in Sicilia il 9-12.7.1993;
- biglietto da visita della Stazione di servizio di Castelvetrano di FORTE Paolo, rinvenuto nella disponibilità di SCARANO.
- biglietto da visita intestato a Gestione Italia ... Alfio MASSIMINO ..., rinvenuto nella disponibilità di SCARANO quando è stato arrestato.
- biglietto con numero telefonico accompagnato dal nominativo di "Peppe", risultante essere l'utenza in effetti intestata a GARAMELLA Giuseppe.
[4]
-----------------------
[1]- La documentazione di questi noleggi è stata prodotta da noi ?

[2] Dovrà stabilirsi su quali cose riferiscono i CC. di Palermo e su quali la DIA

[3] (in fasc. dib.to vol. 5)
[4] (0727) Un giorno Santo MAZZEI, alla presenza di BAGARELLA, ci disse che aveva messo una bomba a mano a Firenze ed aveva fatto una telefonata con cui aveva avvisato della presenza della bomba, ma il fatto non aveva provocato alcun clamore.