Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1° dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: preparazione_esami_dibattimento/collabor/trombett.txt


|a Pubblico Ministero |la collaborazione |Ha avuto un passato di ladro di auto. E' stato |Deve chiarire in che si è |
|Firenze 13.2.1997 | |il giro di persone in cui è entrato che lo ha |concretizzata, oltre che con le |
| | |coinvolto in situazioni più gravi. Ha deciso di |dichiarazioni, la sua collaborazione.|
| | |chiudere questa tappa della sua vita. | |
| | | |In particolare ha fatto recuperare |
| | | |armi di SPATUZZA Gaspare. Tali armi |
| | | |da ultimo erano custodite da certo DI|
| | | |PASQUALE Luigi, DI PASQUALE Giovanni |
| | | |e PIZZUTO Cosimo. |
|a trib. Palermo |Il suo arresto |E' stato arrestato il 14.4.1996. Quando la polizia è andato a | |
|24.2.1997 | |prelevarlo al suo autolavaggio, ha deciso subito di collaborare. | |
| | |Ha fatto ritrovare le armi (che descrive): kalashnikov, | |
| | |mitragliette, revolver, munizioni. "una grande quantità". | |
| | |Si trattava di armi di SPATUZZA Gaspare, ma non sa se si trattava | |
| | |di armi "personali" di SPATUZZA Gaspare. | |
|a trib. Palermo |curriculum criminale|Viene dalla commissione di rapine, furti di auto, commercio di auto| |
|24.2.1997 | |rubate. | |
|DI FILIPPO Emanuele al |curriculum criminale|DI FILIPPO Emanuele ha detto che TROMBETTA Agostino faceva |rilevante: TROMBETTA |
|dib.to |di TROMBETTA |parte di un gruppo, assieme a ROMEO Pietro e CIARAMITARO |Agostino dovrebbe |
| |Agostino. |Giovanni che faceva rapine ai TIR |confermar-lo. |
|a trib. Palermo |idem |Ha iniziato a commettere reati per conto di SPATUZZA Gaspare, e | |
|24.2.1997 | |degli altri, a partire dal 1992. | |
| | |Per SPATUZZA Gaspare ha anche custodito armi. | |
| | |Afferma di "essere entrato nella famiglia di Brancaccio, di | |
| | |SPATUZZA Gaspare, nel gruppo di fuoco composto da GIULIANO | |
| | |Francesco, LO NIGRO Cosimo e tutte le persone che non mi vengono in| |
| | |mente i nomi." | |
| | |Poi, a domanda del Presidente, precisa che il suo ingresso nel | |
| | |"gruppo" inizia in occasione di una "riunione di persone che ci | |
| | |servivano per fare estorsioni e ci hanno portato in un pezzo di | |
| | |campagna, abbiamo fatto una mangiata e così ci hanno deto tu, tu e | |
| | |tu -sarebbe ROMEO Pietro, CIARAMITARO Giovanni e io e altre persone| |
| | |che ho detto negli altri processi- e così dovete fare queste cose. | |
| | |Queste persone erano SPATUZZA Gaspare e GIULIANO Francesco. | |
|a trib. Palermo |idem. |conferma dichiarazioni DI FILIPPO Emanuele. Specifica che per fare |Rilevante: occorre|
|24.2.1997 |Qualità di "uomo |le rapine ai TIR chiedeva l'autorizzazione a c.n. e per essa a |che dia le |
| |d'onore" |SPATUZZA Gaspare, GIULIANO Francesco e MANGANO Antonino. |coordinate sulle |
| |rapporti tra |Non è stato fatto "uomo d'onore". |persone di cui |
| |SPATUZZA Gaspare e |Non ha mai conosciuto i GRAVIANO, dei quali ha solo sentito |parla. |
| |MANGANO Antonino. |parlare: SPATUZZA Gaspare e GIULIANO Francesco dicevano che erano i| |
| |I reati che ha |capi del quartiere. Fino a quando furono arrestati. | |
| |commesso per conto |MANGANO Antonino "comandava, anche a SPATUZZA Gaspare.Tra MANGANO | |
| |di costoro. |Antonino e SPATUZZA Gaspare c'erano buoni rapporti. SPATUZZA | |
| | |Gaspare comandava a TROMBETTA Agostino (e ad altri). | |
| | |Per conto del gruppo MANGANO Antonino - SPATUZZA Gaspare ha | |
| | |"procurato auto rubate per omicidi, estorsioni, custodito armi, | |
| | |curavo tutte le situazioni". | |
| | |La sua attività all'interno di questo gruppo si è protratta dal | |
| | |1992 al suo arresto, nel 1996. | |
| | |SPATUZZA Gaspare riceveva il "pizzo" che veni a riscosso da | |
| | |BATTAGLIA Giuseppe il quale avvisava TROMBETTA Agostino il quale | |
| | |fissava l'appuntamento tra BATTAGLIA e SPATUZZA Gaspare. | |
| | |BATTAGLIA aveva riscosso il pizzo anche per conto dei fratelli | |
| | |GRAVIANO Giuseppe e GRAVIANO Filippo. Questo quando SPATUZZA | |
| | |Gaspare ancora non era diventato importante e anzi BATTAGLIA era | |
| | |più vicino di SPATUZZA Gaspare ai fratelli GRAVIANO. | |
|a PM di PA il 5.7.1996 |idem |Inizialmente faceva parte di un gruppo di persone dello "Sperone" | |
| | |che faceva furti e rapine. | |
| | |Circa tre anni fa (quindi nel 1993) GIULIANO Francesco detto | |
| | |"Olivetti" e SPATUZZA Gaspare gli chiesero di commettere | |
| | |danneggiamenti, a scopo estorsivo, per conto della loro | |
| | |"organizzazione". Diventa uomo di fiducia di SPATUZZA Gaspare. | |
|a PM Palermo 30.4.1996 |idem |Specifica che nel gruppo è entrato tra il 1992 ed il 1993, su | |
| | |iniziativa di SPATUZZA Gaspare. Si trattava di fare incendi per | |
| | |fini estorsivi. Gli obbiettivi glieli indicava, poi, GIULIANO | |
| | |Francesco detto "Olivetti". SPATUZZA Gaspare gli diceva di fare | |
| | |come aveva detto GIULIANO Francesco, che venica anche chiamato | |
| | |"Pippo". | |
| | |Anche ROMEO Pietro partecipava a questi fatti. | |
| | |Il gruppo faceva capo a MANGANO Antonino, che proprio si occupava | |
| | |delle estorsioni. | |
| | |sa che MANGANO Antonino gestiva, con un ratello, un'agenzia di | |
| | |assicurazioni in Corso dei Mille. | |
| | |Faceva daneggiamenti con CIARAMITARO Giovanni, GIULIANO Francesco, | |
| | |GAROFALO Giovanni, FAIA Salvatore, CARRA Pietro, ROMEO Pietro, | |
| | |VELLA Vincenzo, CASCINO carlo e talvolta CIARAMITARO Pietro, | |
| | |fratello di Giovanni. | |
| | |GIULIANO Francesco e SPATUZZA Gaspare amministravano i soldi che | |
| | |venivano dalle estorsioni. | |
| | |Individua numerosi esercizi commerciali ai quali ha fatto | |
| | |danneggiamenti: | |
| | |Talvolta compravano la benzina per i danneggiamenti al Self Service| |
| | |IP di via Messina Marine. | |
|idem |Le estorsioni: in |Non vi ha partecipato. Rammenta che il giorno stesso | |
| |particolare il |dell'esplosione era con SPATUZZA Gaspare; furono raggiunti da | |
| |danneggiamento al |GIULIANO Francesco e da ROMEO Pietro che parlarono da soli con | |
| |negozio di |SPATUZZA Gaspare. Dopo, spast disse a TROMBETTA Agostino: "Stasera | |
| |abbigiliamento |senti il botto." L'indomani seppe che al negozio era stato fatto un| |
| |Barone di via |attentato con esplosivo. | |
| |Lincoln. |Ha fatto il danneggiamento in via Buonriposo assieme a TUTINO | |
| |Fabbrica di scarpe |Vittorio, anche con SPATUZZA Gaspare e con tale ALAIMO Diego | |
| |in via Buonriposo. |(deceduto). | |
| | |A quel tempo TROMBETTA Agostino non faceva ancora parte di alcun | |
| | |gruppo. Ebbe incarico di SPATUZZA Gaspare e da TUTINO Vittorio di | |
| | |rubare un furgone | |
|a Pubblico Ministero |il "giro" di persone|la persona alla quale è stato più vicino è SPATUZZA Gaspare. |rilevante perchè |
|Firenze 13.2.1997 |con cui ha avuto a |Ha conosciuto anche persone che, per quanto ha avuto modo di |individua |
| |che fare |capire, si muovevano "con" SPATUZZA Gaspare.: GIACALONE Luigi, |esattamente il |
| | |GRIGOLI Salvatore, ROMEO Pietro, CIARAMITARO Giovanni, GIULIANO |gruppo |
| | |Francesco. | |
| | |GIULIANO Francesco e CIARAMITARO Giovanni hanno avuto un percorso | |
| | |analogo al suo. | |
|a Pubblico Ministero |la sua conoscenza |Conosce vicende personali, abitudini, luoghi di abitazione, | |
|Firenze 13.2.1997 |personale, e "a |attività "ufficiale" espletata; conosce anche i soprannomi: | |
| |prescindere", delle |GRIGOLI Salvatore detto Totò o Cacciatore; GIULIANO Francesco detto| |
| |persone del gruppo. |Peppuccio o Olivetti; PIZZO Giorgio detto topino; GIACALONE Luigi | |
| | |detto barbanera; LO NIGRO Cosimo detto cavallo pazzo. | |
| | |SPATUZZA Gaspare detto tignusu e, dopo la collaborazione di DI | |
| | |FILIPPO Pasquale, 'U zio. | |
|idem |idem. |Dopo l'arresto dei GRAVIANO e dopo la scarcerazione di ROMEO |Rilevante per la |
| |La cena dopo la |Pietro, vi fu una cena alla quale erano presenti: CIARAMITARO |circostanza |
| |scarcerazione di |Giovanni, ROMEO Pietro, GIACALONE Luigi, LO NIGRO Cosimo, GRIGOLI |riferita anche da |
| |ROMEO Pietro. |Salvatore, SPATUZZA Gaspare e MANGANO Antonino -che arrivò per |ROMEO Pietro. |
| | |ultimo assieme a PIZZO Giorgio. | |
|a PM Palermo 5.7.1996 |ancora sul "gruppo".|Conosce MILITELLO Tommaso, portiere al San Paolo Palace Hotel, | |
| |In particolare |persona che SPATUZZA Gaspare gli disse era vicino ai fratelli | |
| |MILITELLO Tommaso e |GRAVIANO e che li aveva aiutati durante la latitanza. | |
| |sui fratelli BUFFA. |Conosce anche i fratelli Salvatore e Pietro BUFFA: sa che sono | |
| |Su CASCINO Carlo |vicini a SPATUZZA Gaspare. sa che SPATUZZA Gaspare aveva trovato | |
| |detto "'u barone". |rifugio a Ciaculli in un fondo di BUFFA Salvatore. | |
| |Su CANNELLA |La sera dell'arresto di MANGANO Antonino ci fu una riunione al | |
| |Cristofaro. |fondo di BUFFA Salvatore, presenti GRIGOLI Salvatore, GIULIANO | |
| | |Francesco, ROMEO Pietro, LO NIGRO Cosimo, FAIA Salvatore, PIZZO | |
| | |Giorgio e lo stesso BUFFA. | |
| | |Conosce anche CANNELLA Cristofaro detto "Fifetto" avendo | |
| | |accompagnato diverse volte SPATUZZA Gaspare nel negozio di | |
| | |abbigliamento dello stesso CANNELLA Cristofaro. Trattasi di fatti | |
| | |di qualche anno addietro. | |
|a Pubblico Ministero |utilizzo iniziale |In tal luogo gli incontri si svolgevano tra GRIGOLI Salvatore, LO |Rilevante: la |
|Firenze 13.2.1997 |dell'ufficio di |NIGRO Cosimo, GIACALONE Luigi, SPATUZZA Gaspare, GIULIANO |circostanza è |
| |TROMBETTA Agostino |Francesco. TROMBETTA Agostino non assisteva ai discorsi. |stata riferita |
| |presso |Successivamente, SPATUZZA Gaspare transitava davanti |anche da SPATARO |
| |l'autolavaggio per |all'autolavaggio, in auto o in moto, e faceva in modo che TROMBETTA|al dib.to |
| |gli incontri del |Agostino si accorgesse di lui e quindi lo seguisse. Quindi gli dava| |
| |gruppo. |le istruzioni per avvisare gli altri dei successivi incontri. | |
| |Accorgimenti |Alle volte gli incongri si svolgevano anche all'esterno | |
| |successivi |dell'autolavaggio. | |
| | |Con SPATUZZA Gaspare si incontrava anche PIZZO Giorgio, anche se | |
| | |non era tra quelli che frequentavano l'autolavaggio. | |
| | |TROMBETTA Agostino non sa se SPATUZZA Gaspare, dopo l'inizio della | |
| | |sua irreperibilità, continuava a vedersi con le sole persone che | |
| | |incontrava, nei primi tempi, presso l'autolavaggio. | |
| | |TROMBETTA Agostino ha, nella sostanza, fatto l'autista a SPATUZZA | |
| | |Gaspare per un certo periodo. | |
|a trib. Palermo |latitanza di |sa che SPATUZZA Gaspare per un certo tempo è stato latitante a | |
|24.2.1997 |SPATUZZA Gaspare a |Ciaculli, dove egli TROMBETTA Agostino ha anche accompaganato | |
| |Ciaculli |persone (Ciluffo) che si doveva vedere con SPATUZZA Gaspare. | |
| | |A Ciaculli, da SPATUZZA Gaspare, ci andava anche BATTAGLIA. | |
|idem |idem |I luoghi degli incontri avevano nomi |Rilevante: CARRA al dib.to dice che SPATUZZA |
| | |come "L'acqua", "i tubi", "i limoni".|Gaspare lo convocava in un posto chiamato |
| | | |"l'acqua", a mezzo di "Maurizio", socio di |
| | | |TROMBETTA Agostino . |
| | | |Chiedere dettagli a TROMBETTA Agostino. |
|a Pubblico Ministero |in particolare: |SPATUZZA Gaspare si diede alla "latitanza" tra la fine del 1992 e | |
|Firenze 13.2.1997 |SPATUZZA |gli inizi del 1993. Coincide l'epoca con l'apertura | |
| | |dell'autolavaggio di via Sacco e Vanzetti. | |
| | |Sa che SPATUZZA Gaspare aveva un "sospeso" con i CC. della caserma | |
| | |"Carini" per via di una rapina "simulata" di un camion che | |
| | |trasportava un carico di armi. Il problema era che SPATUZZA | |
| | |Gaspare, quando era stato sentito dopo la "rapina" aveva detto che | |
| | |non sapeva la consistenza del carico, mentre i titolari della | |
| | |spedizione (una dittadi Catania che spediva collettame) avevano | |
| | |deto che SPATUZZA Gaspare ne era al corrente. Quindi i CC. | |
| | |chiamavano ricorrentemente SPATUZZA Gaspare per sentirlo | |
| | |ulteriormente e SPATUZZA Gaspare evitava di andarci. Per convincere| |
| | |i titolari della ditta di spedizione a ritrattare furono fatte | |
| | |delle pressioni, anche incendiando dei mezzi della ditta, fatto al | |
| | |quale TROMBETTA Agostino partecipò assieme a CIARAMITARO Giovanni, | |
| | |GIULIANO Francesco e FAIA Salvatore. | |
| | |La situazione per SPATUZZA Gaspare girò definitivamente quando | |
| | |divenne ufficiale la collaborazione di DRAGO Giovanni. | |
|a Pubblico Ministero |ancora sui rapporti |SPATUZZA Gaspare in un certo senso proteggeva TROMBETTA Agostino, | |
|Firenze 13.2.1997 |tra TROMBET-TA |in quanto altrimenti TROMBETTA Agostino avrebbe avuto problemi con | |
| |Agostino e SPATUZZA |GIACALONE Luigi che aveva un autolavaggio vicino a quello di | |
| |Gaspare |TROMBETTA Agostino. | |
| | |Inoltre TROMBETTA Agostino una volta non aveva aderito alla | |
| | |richiesta di GIACALONE Luigi e di MANGANO Antonino di "portare da | |
| | |loro" un certo LO PRESTI. | |
|a PM Palermo 30.4.1996 |idem. Su LO PRESTI |LO PRESTI era un tossicodipendente che SPATUZZA Gaspare voleva |Rilevante, perché |
| | |fosse eliminato perché faceva furti nelle abitazioni. |è facilmente |
| | |TROMBETTA Agostino fu richiesto di avvicinare LO PRESTI, ma poi la |riscontrabile la |
| | |cosa non ebbe seguito in quanto LO PRESTI, nel commettere un furto,|circostanza del-la|
| | |scivolò da una facciata e cadde a terra morendo sul colpo. |morte di LO |
| | | |PRESTI. |
|idem |idem. Su richiesta |SPATUZZA Gaspare chiese a TROMBETTA |Rilevante: lo dovrebbe confermare ROMEO |
| |di "portare" BUSCEMI|Agostino di "portare" BUSCEMI del quale |Pietro, anche con riferimento |
| |Gaetano |TROMBETTA Agostino conosceva bene un |all'imprudenza fatta da TROMBETTA Agostino.|
| | |cugino a nome FUMUSO. Seppe da ROMEO | |
| | |Pietro che la richiesta mirava a attirare| |
| | |in una trappola il BUSCEMI. | |
| | |TROMBETTA Agostino fece l'imprudenza di | |
| | |avvisare della cosa il FUMUSO che, a sua | |
| | |volta, avvisò BUSCEMI che quindi diventò | |
| | |più guardingo. A seguito di ciò TROMBETTA| |
| | |Agostino corse il rischio di essere | |
| | |ucciso, come dettogli da ROMEO Pietro e | |
| | |da SPATUZZA Gaspare. | |
|idem |Scomparse DI PIAZZA |Aveva saputo da ROMEO Pietro e da CIARAMITARO Giovanni che |Rilevante, perché |
| |Francesco e DRAGNA |costoro erano andati a prelevare DI PIAZZA a casa, il giorno |l'affer-mazione |
| |Giuseppe; GARELLA |dell'omicidio. Dopo che ROMEO Pietro si fece pentito, |dovrebbe essere |
| |Francesco, CARUSO |CIARAMITARO Giovanni gli disse "siamo nei guai". |confermata da ROMEO |
| |Salvatore, |Quanto a DRAGNA, aveva saputo da ROMEO Pietro che DRAGNA era |Pietro. |
| |ALAIMO Diego |sbirro perchè faceva il confidente alla polizia. ROMEO Pietro |Forse non è da |
| | |poi gli disse che "se la sarebbe vista lui" |affrontare l'argomento|
| | |Quanto a GARELLA, sentì ROMEO Pietro che diceva che GARELLA |dell'omicidio di |
| | |doveva morire, perché sbirro. GARELLA sparì di circolazione e |ALAIMO. |
| | |dopo qualche giorno ROMEO Pietro gli disse che GARELLA non | |
| | |aveva voluto confessare che era sbirro. | |
| | |Quanto a CARUSO Salvatore, conosce l'antefatto (un duplice | |
| | |omicidio nonostante il quale era uscito rapidamente di | |
| | |carcere) e i successivi sospetti che si trattasse di uno | |
| | |sbirro. | |
| | |CARUSO poi sparì di circolazione e TROMBETTA Agostino venne a | |
| | |sapere da CIARAMITARO Giovanni che era stato proprio lui a | |
| | |prelevare, con una scusa, CARUSO ed a portarlo al villino di | |
| | |Bolognetta dei GIULIANO, padre e figlio. | |
| | |Quanto ad ALAIMO, si trattava di uno che rubava auto e non le | |
| | |restituiva pur quando il derubato era persona di rispetto. | |
| | |ALAIMO era anche sospettato di essere sbirro in quanto la | |
| | |polizia, pur trovandogli auro rubate, non lo arrestava. Allora| |
| | |SPATUZZA Gaspare e GIACALONE Luigi chiesero a TROMBETTA | |
| | |Agostino di "stare vicino" a ALAIMO. TROMBETTA Agostino chiese| |
| | |di essere esonerato da questo incarico, il che avvenne. In | |
| | |ogni caso GIACALONE Luigi di lì a qualche tempo gli disse che | |
| | |ALAIMO aveva fatto la fine del topo. | |
|a Pubblico Ministero |ancora su SPATUZZA |TROMBETTA Agostino ricorda che questa |rilevante: c'è già il riscontro |
|Firenze 13.2.1997 |Gaspare: |macchina gli fu portata perché guardasse |rappresentato dalla registrazione di |
| |la "delta rossa" |se era in ordine, dato che "doveva |questa auto presso l'autosa-lone di |
| |targata Viterbo |partire". Si trattava dell'auto personale|GIACALONE Luigi, come vettura "in deposito"|
| | |di SPATUZZA Gaspare. |e poi la vendita a tale RIZZO Giovanni, |
| | |Poi questa macchina finì nell'autofficina|tramite autosalone di VERNENGO Francesco. |
| | |di Francesco VERNENGO. | |
|idem |idem. SPATUZZA |Sapeva che SPATUZZA Gaspare adoprava documenti |Rilevante: se dice che VELLA era il|
| |Gaspare e documenti |intestati a VELLA Vincenzo. |socio di CIARAMITARO Giovanni è più|
| |falsi | |completo. |
|idem |idem. |TROMBETTA Agostino prestò cellulari a SPATUZZA Gaspare: uno |rilevante per |
| |cellulari prestati a|intestato al fratello Angelo - era un family. |riscontri DIA |
| |SPATUZZA Gaspare. E |Poi gliene prestò uno intestato a ASSENZA Francesca, sua cognata. | |
| |a GIULIANO |E' quello che SPATUZZA Gaspare ha usato più spesso. Quando SPATUZZA| |
| |Francesco. |Gaspare disponeva dei cellulari prestatigli da TROMBETTA Agostino, | |
| |Intestazione utenza |questi usava quello intestato al socio COSTA Maurizio. | |
| |fissa di |In occasione di una "trasferta" diede il cellulare-ASSENZA a | |
| |autolavaggio. |Spatuzza e quello-COSTA a "Olivetti". | |
| | |L'utenza dell'autolavaggio dapprima era intestata a LI SACCHI | |
| | |Gaetano; poi fu intestata a TROMBETTA Salvatore, fratello di | |
| | |Agostino. | |
|CIARAMITARO Giovanni al|idem. Appoggi dati a|CIARAMITARO Giovanni al dibattimento ha detto che |Rilevante: TROMBETTA Agostino |
|dibattimento |SPATUZZA Gaspare |TROMBETTA Agostino procurava a SPATUZZA Gaspare anche |lo dovrebbe confermare |
| |durante la latitanza|posti dove alloggiare. | |
|idem |sui reati commessi |CIARAMITARO Giovanni al dibattimento ha detto che |Rilevante: TROMBETTA Agostino |
| |da TROMBETTA |anche TROMBETTA Agostino ha partecipato ad incendi di |lo dovrebbe confermare |
| |Agostino |negozi. | |
|a trib. Palermo |idem |Tra i danneggiamenti per fini estorsivi ricorda una | |
|24.2.1997 | |gelateria in via Messina Marine, un pescivendolo | |
|a PM Palermo 30.4.1996 |idem. Gelateria. |conferma incendio a gelateria (trattasi della |Rilevante, perché chiama in |
| |Ditta VALTRAS, dove |"Gelateria del Mare") e dice che l'ha fatto assieme a |causa MARINO Stefano. Che |
| |ha l avorato |CIARAMITARO Giovanni, ROMEO Pietro e MARINO Stefano. |riconosce anche in fotografia. |
| |SPATUZZA. |Ques'ultimo è persona che abita in via Messina Marine,|Rilevante anche per gli altri |
| |Concessionaria |di fronte all'autosalone Castello. |episodi; quello del commercio |
| |Renault di via |TROMBETTA Agostino sa che vi ha lavorato SPATUZZA |di frutta e verdura è |
| |Brancaccio di tale |Gaspare e che, dopo che SPATUZZA Gaspare entrò in |riscontrato e comunque lo |
| |MARCHESE. |latitanza, vi è andato a lavorare CASCINO Carlo detto |stesso GRIGOLI Salvatore è in |
| |danneggiamento di |"'u barone". |grado di confermarlo. |
| |deposito di |TROMBETTA Agostino ha partecipato, assieme a | |
| |materiale elettrico |CIARAMITARO Giovanni, al pestaggio del titolare il | |
| |di tale NASO. |quale non intendeva pagare il pizzo. | |
| |Esercizio di frutta |Al pestaggio assistette, anche, GIULIANO Francesco. | |
| |e verdura di Corso |Quanto al deposito di materiale elettrico di tale NASO| |
| |dei Mille. |(TROMBETTA Agostino ricorda il cognome), vi ha | |
| | |partecipato assieme a GIULIANO Salvatore, GRIGOLI | |
| | |Salvatore, CIARAMITARO Giovanni e VELLA Vincenzo. | |
| | |Quanto all'esercizio di frutta e verdura, fu | |
| | |incendiato per mad are via il titolare, in quanto i | |
| | |locali interessavano al fratello di GRIGOLI Salvatore | |
| | |per metter su una pescheria. All'azione parteciparono | |
| | |TROMBETTA Agostino, CIARAMITARO Giovanni e CASCINO | |
| | |Carlo (che si bruciò il viso). GRIGOLI Salvatore poi | |
| | |aprì una pescheria, gli affari gli andarono male e | |
| | |quindi mise negli stessi locali un commercio di frutta| |
| | |e verdura. Andò male anche questa nuova attività ed | |
| | |allora GRIGOLI Salvatore la cedette ad altri. | |
|idem |idem. |TROMBETTA Agostino aveva un rapporto personale con |Rilevante per ciroctsnaza del |
| |Specifica-mente con |GIULIANO Francesco, che sapeva essere legato a |rapporto di affinità tra |
| |GIULIANO Francesco. |"Ciccio" TAGLIAVIA e quindi alla famiglia di Corso dei|GIULIANO Francesco e "Ciccio" |
| | |Mille. Sapeva che SPATUZZA Gaspare invece aveva come |TAGLIAVIA, riferito anche da |
| | |punto di riferimento la "mafia di Brancaccio" |CIARAMITARO Giovanni. |
|a trob. Palermo |ancora su GIULIANO |Lo indica con il nome di Pippo e con il soprannome di Olivetti. |Rilevante perchè |
|24.2.1997 |Francesco |Dice che era "della famiglia di Corso dei Mille" di TAGLIAVIA |fa il nome di |
| | |Francesco "Ciccio". |MARINO Stefano |
| | |Dice che era il "vice" di SPATUZZA Gaspare. | |
| | |Ha conosciuto prima GIULIANO Francesco, di cui era amico, e poi | |
| | |SPATUZZA Gaspare. | |
| | |Con GIULIANO Francesco ha anche commesso rapine (assieme anche a | |
| | |CIARAMITARO Giovanni, ROMEO Pietro, MARINO Stefano). GIULIANO | |
| | |Francesco si faceva autorizzare la commissione di queste rapine. | |
|idem |idem. BENIGNO |Non ha mai conosciuto BENIGNO Salvatore, ma quando questi fu | |
| |Salvatore. |arrestato SPATUZZA Gaspare disse che si trattava di un "fratello | |
| | |nostro". | |
|a Pubblico Ministero |le "partenze" del |Una volta GIACALONE Luigi gli telefonò in ufficio verso le 9,00 del|Rilevante per la |
|Firenze 13.2.1997 |gruppo da Palermo. |mattino per la storia di due assegni. Ce ne era uno, che GIACALONE |vicenda |
| |Episodi specifici |Luigi aveva a sua volta dato a terzi, che era scoperto ed allora |del-l'assegno che |
| |conosciuti da |GIACALONE Luigi disse a TROMBETTA Agostino di prendere cinque |ha riscontro |
| |TROMBET-TA Agostino.|milioni in contanti e di portarli a "Matteo" all'autosalone. |nell'elabo-razione|
| | |TROMBETTA Agostino capì che GIACALONE Luigi doveva essere |del traffico sul |
| | |fuori-Palermo e del resto TROMBETTA Agostino sapeva già da alcuni |cellulare - |
| | |giorni che una "squadra" era in procinto di partire per |GIACALONE Luigi. |
| | |fuori-Palermo. | |
| | |Al ritorno a pal, GIULIANO Francesco si confidò con TROMBETTA | |
| | |Agostino e gli disse sia che GIACALONE Luigi era stato molto in | |
| | |agitazione per la storia dell'assegno, sia che l'episodio era | |
| | |avvenuto mentre "loro" si trovavano a Roma. | |
| | |Conferma le proprie dichiarazioni quando gli si fa presente che | |
| | |l'utenza LI SACCHI registra due telefonate dal cellulare di | |
| | |GIACALONE Luigi alle ore 8,47 e 19,23 del 12.4.1994, telefonate che| |
| | |partono entrambe da "Roma". Aggiunge che con la seconda telefonata | |
| | |GIACALONE Luigi voleva assicurarsi che tutto era andato a posto, | |
| | |con la storia dell'assegno. | |
|idem |idem. ROMEO Pietro |queste "trasferte" si verificarono sia quando ROMEO |Rilevante per la partenza di |
| |che fa "trasferta" |Pietro era ancora detenuto sia dopo la |ROMEO Pietro e di GIULIA-NO |
| |con GIULIANO |scarcerazione. |Francesco assieme. |
| |Francesco. |Una volta ROMEO Pietro partì assieme a GIULIANO |Rilevante anche per le |
| | |Francesco detto "Olivetti"; peraltro ROMEO Pietro |caratteristiche della Fiat UNO, |
| | |aveva il problema che doveva firmare tre volte la |che dovranno essere confermate da|
| | |settimana. |ROMEO Pietro. |
| | |ROMEO Pietro stette via pochissimo, perché doveva |CIARAMITARO Giovanni ha detto, al|
| | |rientrare per la "firma".. |dib.to, che si trattava dell'auto|
| | |TROMBETTA Agostino sa che i due dovevano raggiungere|del fratello di GRIGOLI Salvatore|
| | |Napoli con il traghetto. |e che la vettura era stata, in |
| | |Per fare il viaggio usarono una Fiat UNO che era |precedenza, comprata da TROMBETTA|
| | |targata Roma e che era stata prima nell'autosalone |Agostino. |
| | |di GIACALONE Luigi e prima ancora in quello di | |
| | |VERNENGO. | |
| | |Era blu a cinque porte. | |
|idem |idem. Il timore che |Il viaggio avvenne poco dopo l'arresto di GIACALONE Luigi e c'ra il|rilevante, perché |
| |GIACALO-NE Luigi |timore che GIACALONE Luigi, "parlando", potesse far ritrovare |col-lega i fatti |
| |potesse collaborare |"delle cose". TROMBETTA Agostino non sa quali erano queste cose. |alla |
| |e le confidenze di |Il timore che GIACALONE Luigi parlasse nasceva dal fatto che poteva|collaborazione di |
| |SPATUZZA Gaspare, |temere di essere ucciso, dato che si era fatto arrestare violando |DI NATALE E- |
| |anche su un "romano"|la regola di non commettere reati se non dietro autorizzazione. |manuele. |
| |che stava |Tutta questa situazione fu rappresentata a TROMBETTA Agostino da | |
| |collaboran-do. |SPATUZZA Gaspare: SPATUZZA Gaspare diceva: "Quando esce ci pensiamo| |
| | |noi." | |
| | |SPATUZZA Gaspare, dopo l'arresto di GIACALONE Luigi, dette a | |
| | |TROMBETTA Agostino più volte denaro da portare alla moglie di | |
| | |GIACALONE Luigi, e per essa al Matteo dell'autosalone. | |
| | |SPATUZZA Gaspare diceva anche, all'epoca dell'arresto di GIACALONE | |
| | |Luigi, che era preoccupato in quanto c'era un "romano" che stava | |
| | |collaborando e che era "amico nostro" e che "ci conosceva". | |
|idem |idem. |Durata delle "trasferte": una volta si trattò di un'assenza | |
| |Durata "trasferte" |brevissima. | |
| | |Nelle altre occasioni la "trasferta" durò più giorni. | |
| | |Queste "trasferte" si verificarono sia d'estate sia d'inverno. | |
|idem |idem. Scopo delle |Non gli fu mai detto niente in proposito. |rilevante, sia a dimostrazio-ne della |
| |"trasferte" |Rilevò la concomitanza tra le "trasferte" e |concomi-tanza, sia della riservatezza |
| | |le notizie di TV e di stampa circa attentati.|con la quale veniva tutelato lo scopo |
| | | |delle "trasferte" |
|a Pubblico Ministero |idem |le partenze della "squadra" non furono fatti isolati. TROMBETTA | |
|Firenze 13.2.1997 | |Agostino ne rammenta tre. | |
| | |Collega queste sue conoscenze al fatto che gli venivano portate le | |
| | |auto e gli veniva detto di guardare che fossero in ordine dato che | |
| | |le auto dovevano "partire e dovevano fare strada". | |
|a Pubblico Ministero |idem |SPATUZZA Gaspare portò personalmente a TROMBETTA Agostino per due | |
|Firenze 13.2.1997 | |volte la Delta rossa. | |
| | |Dopo il secondo dei due episodi, SPATUZZA Gaspare gli disse di | |
| | |vendere la Delta. | |
| | |Una terza volta SPATUZZA Gaspare gli portò una macchina diversa, ma| |
| | |TROMBETTA Agostino non ricorda di che auto si trattasse. | |
|a Pubblico Ministero |idem. Altre |In una occasione furono portate a TROMBETTA Agostino sia la Delta |rilevante, perché |
|Firenze 13.2.1997 |circostanze che si |sia la Clio, verde metallizzata a cinque porte, della sorella di LO|dovrà farsi |
| |collegano a |NIGRO Cosimo. |conferma-re da |
| |"trasferte" |A riprendere le due auto vennero in quattro, e cioè: SPATUZZA |GRI-GOLI |
| | |Gaspare, GIULIANO Francesco, LO NIGRO Cosimo e GRIGOLI Salvatore. |Salvatore. |
| | |SPATUZZA Gaspare disse a TROMBETTA Agostino di raggiungerli, con | |
| | |mezzi propri, al negozio di abbigliamento di GRIGOLI Salvatore. | |
| | |TROMBETTA Agostino non ricorda perché SPATUZZA Gaspare lo fece | |
| | |andare al negozio di GRIGOLI Salvatore. TROMBETTA Agostino però | |
| | |ricorda che nel negozio trovò anche GIACALONE Luigi, MANGANO | |
| | |Antonino e "Topino" (all'epoca TROMBETTA Agostino non conosceva il | |
| | |cognome di PIZZO associato a "Topino") | |
|a Pubblico Ministero |idem. |Una volta, di ritorno da una di queste trasferte, GIACALONE |rilevante, perché |
|Firenze 13.2.1997 |Confidenza di |Luigi gli confidò che era rimasto soddisfatto degli "spadini" |emerge u-na vicenda di|
| |GIACALONE Luigi |che TROMBETTA Agostino precedentemente gli aveva dato, e |"spadini" che riguarda|
| |sulla "bontà" degli |GIACALONE Luigi disse esplicitamente che funzionavano bene con|direttamente GIACALONE|
| |spadini. |riferimento alla "FIAT Uno" ed al "Fiorino". |Luigi. |
|idem |idem |Gli sono stati chiesti "spadini" sia da GIACALONE Luigi che da|Rilevante. |
| | |GIULIANO Francesco, in occasioni diverse e sempre in relazione|CIARAMITARO Giovanni |
| | |a "trasferte" della squadra. |dice, al dibattimento,|
| | |TROMBETTA Agostino era competente nella realizzazione di |che GIULIANO Francesco|
| | |"spadini". Li ha sempre realizzati utilizzando o "spessori" |gli fece premura per |
| | |(tra 80 e 100/100) o una lama di coltello. |gli spadini una volta |
| | |Li confezionava con il consueto sistema dell'impugnatura |che si trovavano al |
| | |recante due monete serrate con scotch, dopo aver lavorato alla|lavaggio di Trombetta |
| | |mola la lama. |(ma CIARAMITARO |
| | |Sono attrezzi che consentono sia di aprire la portiera si di |Giovanni non è |
| | |avviare il motore; ci si rubano auto di produzione FIAT, |sicuro). |
| | |Lancia e Alfa. | |
|idem |idem. |SPATUZZA Gaspare, in una occasione,|Rilevante: CARRA al dib.to ha detto che una volta |
| | |dopo che già a TROMBETTA Agostino |SPATUZZA Gaspare lo convocò tramite "Maurizio", |
| | |erano state portate le auto per il |socio di TROMBETTA Agostino, e che vi fu un |
| | |controllo, gli diede incarico di |incontro in una trattoria in viale Regione |
| | |andare a chiamare CARRA Pietro. |Siciliana. Nel luogo c'era SPATUZZA Gaspare, |
| | |TROMBETTA Agostino rintracciò CARRA|TROMBETTA Agostino e BUFFA Salvatore. In tale |
| | |Pietro da un barbiere vicino a casa|occasione SPATUZZA Gaspare chiese a CARRA Pietro |
| | |di LO NIGRO Cosimo e lo portò da |circa la telefonata fatta dal cellulare "a |
| | |SPATUZZA Gaspare. I due parlarono |Firenze". SPATUZZA Gaspare se la prendeva con |
| | |da soli. |BARRANCA Giuseppe dicendo che era stato BARRANCA |
| | | |Giuseppe a fargli fare la telefonata. |
|idem |furto di un'auto |Con CIARAMITARO Giovanni ha rubato, a richiesta, una |Rilevante: dovrà dire a |
| |Thema. Furti in |Thema, nuovissima, blu metallizzata a benzina. Non |richiesta di chi. |
| |genere di auto. |ricorda altre circostanze del furto. |Rilevante anche perché sul |
| |Quanto succede in |Le auto che rubava non le portava all'autolavaggio, |punto ci potrà essere |
| |relazione ai furti |bensì le lasciava in un posto che restava vicino al |conferma da parte di GRIGOLI |
| |di auto dopo la |negozio di GRIGOLI Salvatore. La polizia infatti lo |Salvatore. |
| |scarcerazione di |sospettava di trafficare in auto rubate. |Rilevante: CIARAMITARO |
| |ROMEO Pietro. |Dopo la scarcerazione di ROMEO Pietro non gli viene più |Giovanni al dib.to dice che |
| | |chiesto di rubare auto, perché non aveva aderito a una |ha fatto furti di auto |
| | |certa richiesta che "loro" gli avevano fatto in |assieme proprio a TROMBETTA |
| | |relazione a BUSCEMI Gaetano (che volevano eliminare). |Agostino. |
|a PN PA e Firenze il |idem. furto Thema |Ricorda di aver rubato la Thema, che era nuovissima, nella via che |Rilevante: è |
|9.5.1997 | |dalla stazione Notarbartolo conduce in via Galilei. |riscontrabile |
| | |Era un modello turbo. La aveva rubata per conto proprio, ma cercava|dalla DIA. |
| | |una turbodiesel. E allora disse a SPATUZZA Gaspare che c'era questa| |
| | |auto e allora SPATUZZA Gaspare disse che avrebbe provveduto lui a | |
| | |stabilire che fare della vettura. | |
|SPATARO Salvatore al |su una storia di |SPATARO ha riferito di uno scambio di auto con certo Tony |Rilevante: |
|dib.to |auto |Vinciguerra. C'era di mezzo una Renault 5 (ed una Ibiza) che era |TROM-BETTA |
| | |dello stesso TROMBETTA Agostino. |A-gostino lo |
| | | |dovrebbe poter |
| | | |confermare. |