Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1° dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: lista_testi/tes_geor.txt


|Nominativo teste/consulente |data |FATTO |sommario |
|BACCI Mara | |Georgofili |deceduta |
|BELLOMO Diana Rosa |16.12.1996 |Georgofili | |
|CABRINO Renzo |16.12.1996 |Georgofili | |
|cerciello carmine | |Georgofili |non reperibile - ud. 28.11.96 |
|chelli francesca | |Georgofili |citata per il 29.11.1996, non si è presentata per certificazione medica allegata al verbale di udienza.|
| | | |Non può essere ulteriormente citata. |
|De Santis maurizio |16.12.1996 |Georgofili | |
|DONATO Francesco |16.12.1996 |Georgofili | |
|federico sandro | |Georgofili | |
|fragasso federico | |Georgofili | |
|GALVANI Alberto | |Georgofili |non reperibile - ud. 3.12.96 |
|iannone arturo | |Georgofili |non reperibile - ud. 28.11.96 |
|marchetti luciano | |Georgofili |non reperibile - ud. 29.11.96 |
|MARCHINI Mauro |17.12.1996 |Georgofili | |
|MONTANARO Salvatore | |Georgofili | |
|pampaloni mauro |17.12.1996 |Georgofili | |
|PEDANI Paola | |Georgofili |non reperibile - ud. 29.11.96 |
|PELIZZA Eugenio | |Georgofili | |
|RAUGGI Rosina | |Georgofili |non reperibile - ud. 2.12.96 |
|SAMOGGIA Giovanna | |Georgofili |deceduta |
|SEIBEL Maria | |Georgofili |non reperibile - ud. 2.12.96 - trovasi all'estero - |
|SEIBEL Nadine | |Georgofili |non reperibile - ud. 2.12.96 - trovasi all'estero - |
|TONEL Franck | |Georgofili |non reperibile - ud. 3.12.96 - trovasi all'estero - |
|TRISCIUOGLIO Olga | |Georgofili |citata per il 2.12.1996, non si è presentata per certificazione medica allegata al verbale di udienza. |
| | | |Non può essere ulteriormente citata. |
|VADALA' Gianni Giulio |16.12.1996 |Georgofili | |
|VASSALE Roberto |16.12.1996 |Georgofili | |
|balasso Giuseppe |28.11.1996 |Georgofili |Agente P.d.S., all'epoca capo equipaggio della volante "Isolotto", riferisce: |
| | | |- che immediatamente dopo l'eplosione si portò sul posto e, in via Por Santa Maria notò molte persone |
| | | |distese a terra tutte insanguinate e le vetrine dei negozi infrante ed una notevole presenza di fumo; |
| | | |- che a piedi arrivò in via dei Georgofili, dove vide lingue di fuoco "incredibili" e "mezzo palazzo |
| | | |giù" ed iniziò l'opera di soccorso alle persone rimaste negli appartamenti; |
| | | |- che, dopo i primi soccorsi, si adoperò per evitare l'eventuale sciacallaggio nei vari laboratori |
| | | |orafi presenti in zona. |
|brandigi lorenzo a. |28.11.1996 |Georgofili |Funzionario dei Vigili del Fuoco, riferisce: |
| | | |- di essere intervenuto sul luogo quando già altro personale dei VV.FF. stava provvedendo allo |
| | | |spegnimento dell'incendio ed alle operazioni di sicurezza per scongiurare il rischio di caduta di parti|
| | | |pericolanti; |
| | | |- di aver iniziato ad effettuare dei sopralluoghi e di aver visto i segni caratteristici dell'onda |
| | | |elastica dell'esplosione. |
|briatore luciano |28.11.1996 |Georgofili |Agente P.d.S., componente l'equipaggio della pattuglia Digos, con turno 01/07, riferisce: |
| | | |- di essere uscito dalla Questura e che verso le ore 1,05, sul viale Matteotti, udiva un forte botto e,|
| | | |unitamente al collega, si portava verso la zona del centro, Uffizi; |
| | | |- che sul posto constatò una folta coltre di fumo, fiamme che si sprigionavano dai palazzi e le |
| | | |tubature del gas saltate, malgrado la visibilità ridotta; |
| | | |- che prestò opera di soccorso alle persone, in particolare alla ragazza che poi in seguito seppe |
| | | |essere la compagna del ragazzo morto carbonizzato. |
|buglioni nazzareno |28.11.1996 |Georgofili |Appartenente alla Squadra Mobile della Questura di Firenze, riferisce: |
| | | |- che si trovava in Questura e verso le ore 1,00 ha udito un grosso boato; |
| | | |- che era immediatamente uscito, unitamente al dr. CAGGIANO e si erano portati verso il centro |
| | | |cittadino; |
| | | |- che giunti sul posto hanno prestato i soccorsi del caso. |
|GODOLI Antonio |28.11.1996 |Georgofili |Architetto Direttore dei lavori alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- di essersi recato nella Galleria degli Uffizi intorno alle ore 1,30 del 27.5.1993 e di aver |
| | | |riscontrato i primi danni lungo i corridoi e quindi su quell'insieme di sale che vanno dalla nr. 25 |
| | | |fino alla terrazza sopra la Loggia dei Lanzi; |
| | | |- dei danni dello scalone del "corridoio vasariano" e che i danni riguardano sia l'ala di levante che |
| | | |quella di ponente; dei danni allo scalone Buontalenti, oltre ai danni al patrimonio mobile, dipinti e |
| | | |arredi. |
|MARACCHI Gian Piero |28.11.1996 |Georgofili |Professore universitario, Direttore del CESIA, riferisce: |
| | | |- che la sede del Centro era presso l'Accademia; |
| | | |- che si recò sul posto subito dopo l'esplosione; |
| | | |- che venne distrutto tutto ciò che era custodito nella sede; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che i campi di attività del CESIA sono relativi all'applicazione dell'informatica all'agricoltura; |
| | | |- che l'ipotesi di un attentato diretto all'Accademia o al CESIA in ragione anche dell'attività di |
| | | |questi enti è tale da fare "ridere i polli". |
|mazzoni Paolo |28.11.1996 |Georgofili |Architetto della Soprintendenza per i Beni Architettonici ed Ambientali di Firenze, riferisce: |
| | | |- di aver eseguito il sopralluogo presso la Galleria degli Uffizi insieme al prof. VALENTINO; |
| | | |- descrive i danni che paragona a quelli della guerra; |
| | | |- descrive in particolare i danni alla struttura architettonica della chiesa di S. Stefano e S. Cecilia|
| | | |a Ponte Vecchio, riferendo danni primari e secondari; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- sulla distanza della chiesa dal punto dello scoppio (30/40 metr). |
|minetti francesco |28.11.1996 |Georgofili |Comandante dei Vigili del Fuoco all'epoca dei fatti, riferisce: |
| | | |- di aver appreso dell'esplosione mentre era a Torino e di essere partiro subito per Firenze; |
| | | |- di aver trovato sul posto l'ing. BEDINI e l'ing. FIORILLA nonchè tutte le squadre dei VV. FF. |
| | | |disponibili; |
| | | |- che lo scenario era "apocalittico" e che sono stati impiegati tutti i reparti della Toscana, con |
| | | |l'approntamento di un presidio permanente nel piazzale degli Uffizi; |
| | | |- che l'opera era volta ad accertare che non ci fossero più persone ed ad eliminare tutte le parti |
| | | |pericolanti; nonchè il recupero dell'archivio dell'Accademia dei Georgofili all'interno della Torre del|
| | | |Pulci; |
| | | |- che l'area interessata si estendeva anche al di là dell'Arno e che gli edifici intorno al luogo |
| | | |dell'esplosione erano "crivellati di colpi" come da mitragliatrice pesante; |
| | | |- che dagli effetti prodotti doveva trattarsi di materiale esplosivo, in quanto l'energia dei piccoli |
| | | |pezzi non viene fornita da un'esplosione di gas; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che i danni agli Uffizi apparvero diretti, in quanto l'onda esplosiva ha coinvolto immediatamente |
| | | |tutta la struttura; |
| | | |- che le fughe di gas coinvolgono alcuni locali e non tutto un quartiere. |
|MORALES Giorgio |28.11.1996 |Georgofili |Sindaco all'epoca dei fatti, riferisce: |
| | | |- di essere intervenuto in via dei Georgofili circa un'ora dopo l'eplosione; |
| | | |- di avere constatato "danni enormi" agli immobili, alle attività economiche-commerciali ed artigianali|
| | | |che sono molto fitte in quella parte di Firenze; |
| | | |- che per tali danni fu approvato dal Governo un D.L. che stanziava 40 miliardi; |
| | | |- che il perimetro sconvolto dall'esplosione ricomprendeva gli Uffizi, Palazzo Vecchio, la zona |
| | | |compresa tra via dei Georgofili-via Lambertesca, fino alla chiesa di S. Stefano in Pane; |
| | | |- che le conseguenze dell'esplosione sono tutt'ora in atto sia pure in parte e che quella porzione di |
| | | |città è rimasta separata dal resto della città perchè non era in grado di vivere della sua vita propria|
| | | |come aveva sempre fatto; |
| | | |- che i danni hanno riguardato anche l'immagine della città, in quanto l'accaduto aveva avuto |
| | | |ripercussioni sui turisti che consideravano Firenze una città pericolosa in quanto oggetto possibile di|
| | | |ulteriori attentati. |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che non ricorda che ci furono black out dell'energia elettrica; |
| | | |- che quando si seppe che era una bomba l'obiettivo fu immediatamente individuato negli Uffizi; |
| | | | |
|pacciani bruno |28.11.1996 |Georgofili |Architetto, Dirigente del Min. Beni Culturali, riferisce: |
| | | |- del sopralluogo eseguito in data 27.5.1993 insieme al prof. VALENTINO. |
|PANERAI Marcello |28.11.1996 |Georgofili |Ex cancelliere dell'Accademia dei Georgofili, riferisce: |
| | | |- che apprende dell'attentato nella notte, ma non si reca sul posto. |
|perini michele |28.11.1996 |Georgofili |Ispettore P.d.S. in servizio presso la S.M. - Sez. narcotici, riferisce: |
| | | |- che all'epoca era V.Sor.te della sez. Volanti, con turmo 01/07, svolto insieme all'agente BALASSO; |
| | | |- che usciti dalla Questura verso le ore 00,55 circa, sentirono un forte boato e la C.O. li indirizzò |
| | | |verso il centro cittadino; |
| | | |- che arrivati in via Por Santa Maria verso l'una circa, già notavano negozi rotti, vetrine infrante e |
| | | |persone per terra, anche se c'era una nuvola di fumo che impediva la visibilità; |
| | | |- che si portarono sul luogo dell'esplosione seguendo il bagliore delle fiamme in via dei Georgofili; |
| | | |sul posto videro le finestre da dove uscivano le fiamme e da una di queste c'era una persona affacciata|
| | | |che urlava e che una fiammata più grossa la fece sparire; |
| | | |- che l'Ag.te BALASSO entrò nello stabile e ne uscì con un ragazza; |
| | | |- che l'opera di soccorso alle persone feritè proseguì, anche cercando di evitare l'eventuale |
| | | |sciacallaggio. |
|RONDINELLI Mario |28.11.1996 |Georgofili |Ispettore della Polizia Municipale, riferisce: |
| | | |- che all'epoca coordinava il servizio delle pattuglie e che verso le ore 1,00, mentre si trovava nella|
| | | |sala radio di palazzo Guadagni, sentì una botta tremenda, molto forte e dal loro corpo di guardia di |
| | | |Palazzo Vecchio gli fu riferito di una esplosione nei pressi di piazza Signoria; |
| | | |- che, unitamente ad altro personale, si dirigeva verso Ponte Vecchio dove la circolazione era già |
| | | |bloccata dalla presenza di ambulanze e forze di polizia; |
| | | |- che si adoperò per creare un corridoio per agevolare l'arrivo dei mezzi di soccorso; |
| | | |- che sentì un odore acre proprio di polvere da sparo; |
|SCARAMUZZI Franco |28.11.1996 |Georgofili |Presidente dell'Accademia dei Gerogofili, riferisce: |
| | | |- che, avvertito immediatamente dopo l'esplosione, arriva sul posto (via Lambertesca-angolo via dei |
| | | |Georgofili) all'incirca intorno alle ore 01,30; |
| | | |- che la sede dell'Accademia era direttamente colpita da un crollo "terra-tetto" e che tutta la torre |
| | | |medioevale era crollata; |
| | | |- descrive la scena come quella vista da giovane in tempo di guerra a seguito dell'esplosione di una |
| | | |bomba; |
| | | |- chiede immediatamente notizie della famiglia della custode che abitava in cima alla torre i cui nomi |
| | | |mancavano dall'elenco di feriti di cui disponevano le autorità presenti sul luogo; |
| | | |- che il primo corpo estratto dalle macerie fu quello di una delle due bambine intono alle ore |
| | | |3,30/4,00 del mattino; |
| | | |- illustra, a domanda del Presidente, la storia e le tradizioni dell'Accademia dei Georgofili che è la |
| | | |più antica Accademia ad occuparsi di agricoltura, ambiente e territorio; |
| | | |- che dell'Accademia fanno parte circa 300 accademici (docenti universitari, imprenditori agricoli, |
| | | |tecnici) sia italiani che stranieri; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che era assolutamente inconcepibile ed incredibile che fosse un attentato all'Accademia; |
| | | |- che vi erano tra i soci anche politici in carica all'epoca; |
| | | |- che non ha memoria di black out elettrici. |
|VALENTINO Domenico |28.11.1996 |Georgofili |Soprintendente per i Beni Ambientali ed Architettonici delle Provincie Fireze, Prato e Pistoia, |
| | | |riferisce: |
| | | |- di avere sentito una grossa esplosione che provoca l'apertura della finestra della camera nella sua |
| | | |abitazione dentro il giardino di Boboli; |
| | | |- esegue un sopralluogo la mattina del 27.5.1993 insieme all'ing. SEPE MONTI, al dr. CARAPEZZA GUTTUSO|
| | | |all'ing. MARCHETTI, all'arch. PACCIANI ed all' arch. MAZZONI; |
| | | |- che il sopralluogo ha per oggetto la Galleria degli Uffizi e constata, oltre ai danni alle opere |
| | | |d'arte, il crollo totale di tutta la volta dello scalone del Buontalenti, danni alla parte che |
| | | |fronteggia il corridoio Vasariano; |
| | | |- constata danni (che "sgomentano") nella sala della Niobe, praticamente il cavalcavia che dà su via |
| | | |Lambertesca; quindi il crollo della torre del Pulci; |
| | | |- constata un impatto disastroso dell'esplosione nelle strutture architettoniche del complesso e |
| | | |quantifica tali danni in circa 19 miliardi; |
| | | |- constata danni incalcolabili dal punto di vista storico-artistico. |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- di avere appreso dai custodi del giardino di Boboli del rinvenimento di un ordigno nell'anno 1992; |
| | | |- di aver visto l'involucro - una busta di plastica - all'interno del quale vi era l'ordigno, involucro|
| | | |trovato mentre erano in corso le opere di pulizia delle siepi; |
| | | |- che il nome di Paolo BELLINI non gli dice assolutamente niente. |
|vitali marco |28.11.1996 |Georgofili |Agente P.d.S., all'epoca dei fatti capo equipaggio della volante Duomo, riferisce: |
| | | |- che verso le ore 1,05 del 27.5.1993, unitamente all'Ag.te IANNONE, si trovavano in via Sassetti |
| | | |quando udirono un forte boato e videro una grossa colonna di fumo provenire dal retro dei palazzi lì |
| | | |nei pressi ed il conseguente black out elettrico; |
| | | |- che seguendo le indicazioni di persone, alcune ferite, si portavano verso via Lambertesca/via dei |
| | | |Georgofili e lì si resero conto della gravità del fatto per la presenza di fumo, fiamme e molte |
| | | |macerie; |
| | | |- prestarono soccorso alle persone fino all'arrivo dei VV.FF e del personale medico. |
|BERTELLI Olga |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che avvertì un boato, un odore come di polvere da sparo e la conseguente ed immediata mancanza di |
| | | |energia elettrica e la casa distrutta. |
|caggiano vittorugo |29.11.1996 |Georgofili |Funzionario P.d.S., riferisce: |
| | | |- che all'epoca era funzionario addetto alla S.M. - Sez. Narcotici; |
| | | |- che dopo aver sentito l'esplosione si recava unitamente all'Ass.te C. BUGLIONI Nazareno, sul posto, |
| | | |lasciando la macchina sul Lungarno; |
| | | |- che vi erano macerie e persone che urlavano; adoperandosi per l'organizzazione dei primi soccorsi, |
| | | |con anche l'identificazione dei feriti, nonchè opera di antisciacallaggio; |
| | | |- che effettuò un sopralluogo alla Galleria degli Uffizi; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che quando è arrivato sul posto mancava l'energia elettrica, ma di non sapere se prima vi era stato |
| | | |un balck out. |
|CASANOVA Danilo |29.11.1996 |Georgofili |Guardia Giurata dell'ARGO, riferisce: |
| | | |- che si trovava per il normale giro di controllo, a piedi, verso la volta dei Girolami e a seguito |
| | | |dell'esplosione si è ritrovato semincosciente a terra; |
| | | |- che dopo essersi ripresosi ha prestato i primi soccorsi; |
| | | |- che gli è stato riscontrato un trauma cranico. |
| | | |- che alle ore 22,30 del 26.5.1993, in via dei Georgofili vi erano parcheggiate una FIAT 500 di colore |
| | | |blu e forse una station wagon, contrariamente al solito che non c'era mai posti liberi. |
| | | |- che in via dei Georgofili vi erano le "caldaie" degli Uffizi; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che per accedere alle "caldaie" si deve passare nella strada che va da piazza del Pesce a via dei |
| | | |Georgofili. |
|CECCUCCI Daniela |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 1, riferisce: |
| | | |- che a seguito dell'esplosione si è svegliata con forte dolore alla testa a causa del crollo del |
| | | |muro; subito verificò lo stato di salute del figlio che stava nella camera attigua; con il figlio si è |
| | | |portata in strada; mentre l'allora compagno si era portato ai piani superiori in aiuto di altre |
| | | |persone; |
| | | |- che sia lei che il figlio ed il compagno, hanno riportato lesioni varie; |
| | | |- che la casa è stata completamente distrutta. |
|CILINDRI Anna |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, abitante ancora in via Lambertesca nr. 10, riferisce: |
| | | |- che venne svegliata dall'esplosione e che le macerie dei palazzi dirimpetto erano entrate in casa |
| | | |sua; notò le fiamme e le persone che urlavano in via dei Georgofili; |
| | | |- che non ha sentito odore di gas e che non vi erano stati black out elettrici prima dell'esplosione; |
| | | |- che insieme alla figlia ed il marito furono soccorsi da degli agenti; |
| | | |- che il portone di ingresso allo stabile era stato completamente divelto; |
| | | |- che i danni alla casa sono stati rimborsati per circa 40 milioni; |
|CORvI Ida |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 10, riferisce: |
| | | |- che al momento dello scoppio stava chiudendo la finestra ed stata investita dai vetri; |
| | | |- che l'appartamento è stato distrutto. |
|GABELLINI Riccardo |29.11.1996 |Georgofili |Riferisce: |
| | | |- che dalla mansarda di casa sua in via dell'Anconella, senti un boato e subito dopo essersi affacciato|
| | | |alla finestra, vide una nuvola bianca; |
|INNOCENTI Fabio |29.11.1996 |Georgofili |Portiere di notte presso l'Hotel Loggiato dei Serviti di piazza SS. Annunziata, nonchè facente parte |
| | | |della Protezione Civile Servizio "Emergenza Radio", riferisce: |
| | | |- che al momento dello scoppio, verso le ore 1,00 di notte, si trovava in auto in Borgo S. Jacopo; |
| | | |- che lasciata l'auto si portò verso il luogo dell'esplosione e che prestò opera di soccorso; |
|LOMBARDI Paolo |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 1, riferisce: |
| | | |- che al momento dell'eplosione era svegli e stava guardando la TV e che ha cercato immediatamente di |
| | | |dare aiuto alla sua compagna ed al figlio di questa ed agli inquilini del piano di sopra; |
| | | |- che ha riportato uno stato confusionale; |
|MARAVALLE marina |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 12, riferisce: |
| | | |- che fu svegliata dall'esplosione e che si portò subito in strada; |
| | | |- che ha avvertito un odore di polvere da sparo; |
| | | |- che ha riportato lesioni alle corde vocali nonchè ferite da taglio; |
| | | |- che l'appartamento è stato semidistrutto. |
|MOSCA Danìele |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via dei Georgofili nr. 3, riferisce: |
| | | |- che è stata svegliata dall'esplosione e che si è portata in strada, riportando ferite ai piedi e |
| | | |bruciature; |
| | | |- che l'appartamento in parte è stato distrutto; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che qualche volta entrava nella zona pedonale con l'auto per scaricare la spesa; |
| | | |- che di notte, anche se vietato, vi erano sempre macchine parcheggiate. |
|petrioli tofani a. m. |29.11.1996 |Georgofili |Dirigente la Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che fu avvertita dai custodi notturni la Galleria degli Uffizi dopo pochi minuti dallo scoppio; |
| | | |- che con le torce percorse la galleria degli Uffizi insieme ai custodi per un primo sommario |
| | | |sopralluogo dei danni, rendendosi conto che la situazione era drammatica; |
| | | |- che il giorno dopo ha iniziato la verifica dei danni subiti, con particolare riferimento alle opere |
| | | |danneggiate o irrimediabilmente distrutte (3 dipinti irrecuperabili, e 173 opere di pittura e 42 busti |
| | | |antichi e 16 statue danneggiate in maniera varia); |
| | | |- che i lavori di restauro sono iniziati immediatamente; |
| | | |- chiarisce la collocazione del "piazzale delle caldaie"; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che non ha mai saputo che vi fossero stati negli anni precedenti tentativi di azioni dannose nei |
| | | |confronti del museo; |
| | | |- che non ricorda di un black out elettrico prima dell'esplosione; |
| | | |- spiega la collocazione delle opere sia nell'ala di ponente che in quella di levante; |
|ricoveri walter |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 1, riferisce: |
| | | |- che al momento dello scoppio stava studiando; |
| | | |- che dopo essersi liberato dalle macerie del tetto, prestò soccorso alla madre; |
| | | |- che, da esperto in materia, ebbe la certezza che si trattasse di una bomba, in quanto avvertì il |
| | | |sapore dei derivati dell'ossido di azoto; |
| | | |- che l'appartamento è stato completamente distrutto; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che il prof. SCARAMUZZI era solito lavorare fino a tardi e che non ha mai visto grossi movimenti di |
| | | |persone. |
|sepe monti arcangelo |29.11.1996 |Georgofili |Igegnere, capo del Dipartimento Sicurezza del Comune di Roma, all'epoca Presidente della Commissione |
| | | |Sicurezza composta dai vari Direttori Generali del Ministero dei bani Culturali , nonchè dirigente |
| | | |generale di Vigili del Fuoco, riferisce: |
| | | |- che l'esplosione danneggiò strutture portanti della Galleria degli Uffizi; la semidistruzione della |
| | | |Torre dei Georgofili; danneggiamenti alla chiesa di S. Stefano e S. Cecilia ove era in pericolo la |
| | | |caduta eventuale della cupola; |
| | | |- che ha esguito i primi interventi, unitamente all'ing. MARCHETTI; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che non gli risulta che nell'anno 1992 ci sia stato un tentativo di incendio ad un edificio o museo |
| | | |pubblico fiorentino. |
|SICILIANO Umberto |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che è rimasto ferito alla testa da una scheggia; |
| | | |- che la zona era trafficata, ma tranquilla; |
| | | |- che vi erano sia abitazioni che fondi commerciali. |
|TRAVAGLI Alessandro |29.11.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca domiciliato in via Lambertesca nr. 10, riferisce: |
| | | |- che è stato ferito leggermente al ginocchio ed alla gamba; |
| | | |- che l'appartamento ha subito dei danni non ingenti. |
|arpioli giulio |2.12.1996 |Georgofili |Vigile del Fuoco, caposquadra all'epoca dei fatti, riferisce: |
| | | |- che intervenne sul luogo dopo le ore due; |
| | | |- che descrive la scena come un bombardamento; |
| | | |- che ha assistito al recupero del cadavere di una delle bimbe; |
| | | |- che nel cercare un telo ha avuto una distorsione al piede. |
|carapezza guttuso f. |2.12.1996 |Georgofili |Membro della Commissione Speciale Permanente per la Sicurezza del Patrimonio Culturale Nazionale, |
| | | |riferisce: |
| | | |- che furono redatte delle relazioni relative ai danni della Galleria degli Uffizi, della chiesa di S.|
| | | |Stefano e S. Cecilia e della Torre del Pulci nonchè una elencazione delle opere danneggiate; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che la Commissione era stata istituita nel 1992; |
| | | |- che non è mai stato a conoscenza di un fallito attentato incendiario ai danni di un museo od altro |
| | | |edificio pubblico; |
| | | |- che non ha conoscenza numerica precisa delle opere della galleria degli Uffizi; |
| | | |- che nessun componente proveniente dall'Arma dei Carabinieri - Tutela del Patrimonio Artistico ebbe |
| | | |mai a portare notizie relative ad un'indagine per il recupero di opere d'arte a mezzo trattativa con |
| | | |determinati esponenti della criminalità. |
|DE GIOSA Pietro |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via dei Georgofili nr. 1, riferisce: |
| | | |- che si è svegliato ed ha visto lingue di fuoco dalla finestra; |
| | | |- che l'appartamento è stato completamente distrutto. |
|DEL FRATE Lorenzo |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, medico, alloggiato all'hotel Quisisana, riferisce: |
| | | |- che fu svegliato da frammenti di parete e vetro e che subito si portò in strada dove fu soccorso; |
| | | |- che ha riportato delle lesioni superficiali da taglio così come la moglie MAMELI Laura. |
|faraone mennella j. |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca domiciliata in via dei Georgofili nr. 3, riferisce: |
| | | |- che si è sveglita sommersa dalle macerie provocate dalla caduta del controsoffitto; |
| | | |- che ha riportato cicatrici al volto ed agli arti. |
|GABRIELLI Daniele |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa ancora abitante in via Lambertesca nr. 6 riferisce: |
| | | |- che si è svegliato a seguito di un grande rombo e sommerso da vetri; |
| | | |- che descrive la situazione con il termine "sembrava di essere a Beirut". |
|leo nicoletta |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che udì un grande botto ed a seguito si ritrovò coperta di vetri; |
| | | |- che ha riportato tagli sulle braccia e sul viso; |
| | | |- che l'appartamento ha riportato gravi danni. |
|LIPPI Daniela |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Romana, riferisce: |
| | | |- che tornando verso casa all'altezza del Porcellino ha udito un grande botto ed è stata travolta dalle|
| | | |persone che scappavano provocandogli varie lesioni. |
|MAMELI Laura |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, alloggiata all'hotel Quisisana, riferisce: |
| | | |- che fu svegliata da un grande botto e dai calcinacci e subito, insieme al marito, ha cercato |
| | | |l'uscita; |
| | | |- di aver riportato delle ferite lievi alle gambe. |
|pagliai eleonora |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in P.zza S. Stefano nr. 5 riferisce: |
| | | |- che dopo essere stata svegliata dal rumore nel sonno scese in strada con la sua famiglia; |
| | | |- che ha subito lo schiacciamento della rotula e conseguentemente l'asportazione delle cartilagini del |
| | | |ginocchio, a causa del crollo della parete, ed ha subito varie operazioni non ancora concluse. |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che gli è stata riconosciuta l'invalidità permante del 7% e che continua a camminare con l'aiuto |
| | | |delle stampelle. |
|PICCINI Enrico |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che si è svegliato a seguito della caduta di materiale addosso; |
| | | |- che insieme alla sua famiglia si è portato in strada; |
| | | |- che ha riportato ferite da taglio; |
| | | |- che l'appartamento è stato gravemente danneggiato. |
|rocco vincenzo |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 1, riferisce: |
| | | |- che è stato svegliato da un fastidio alla spalla provocato dagli infissi delle finestre; |
| | | |- che l'appartamento era completamente distrutto; |
| | | |- che ha riportato ferite alla spalla e trauma cranico. |
|TORTI Giorgia |2.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca dei fatti abitante in via dei Georgofili nr. 1, riferisce: |
| | | |- che fu svegliata da un forte romure e si ritrovò coperta da delle macerie per cui ha riportato delle |
| | | |contusioni varie. |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che i danni sono stati in parte risarciti. |
|BERTOCCHI anna |3.12.1996 |Georgofili |non reperibile - ud. 2.12.96 |
| | | |Parte offesa, all'epoca abitante in Lungerno dei Medici nr. 10, riferisce: |
| | | |- che fu svegliata da un enorme boato; |
| | | |- che ha riportato delle ferite ai piedi; |
| | | |- che l'appartamento è stato parzialmente danneggiato. |
|buccheri rossella |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che fu svegliata da un grande boato; |
| | | |- che ha riportato un trauma cranico. |
|CAPRARO Amalia |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che è stata svegliata da una casata di vetri; |
| | | |- che ha riportato delle ferite da taglio. |
|donati dino |3.12.1996 |Georgofili |non reperibile - ud. 2.12.96 |
| | | |Parte offesa, all'epoca abitante in Lungarno dei Medici nr. 10, riferisce: |
| | | |- che è stato svegliato da un forte boato; |
| | | |- che ha riportato una ferita alla schiena. |
|leo maria rosaria |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca nr. 6, riferisce: |
| | | |- che è stata svegliata dal crollo della finestra in testa ed ha riportato un trauma cranico. |
|MINIATI Giovanni |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, ancora abitante in via Lambertesca nr. 3, riferisce: |
| | | |- che è stato investito come da un vento caldo e polveroso; |
| | | |- che dopo aver tratto in salvo la sua famiglia si è fatto medicare le ferite da taglio. |
|MONTEFALCHI Bruno |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca lavoratore e socio del ristorante Antico Fattore di via Lambertesca nr. 1/r, |
| | | |riferisce: |
| | | |- che si portò sul luogo, dopo essere stato avvertito telefonicamente dalla guardia nottura alle ore |
| | | |01.10 circa; |
| | | |- di aver constatato la totale distruzione del ristorante; |
| | | |- che non ricorda la presenza di auto lì parcheggiate, quella sera, quando uscì dal ristorante, |
| | | |- che nonostante l'esistenza di un divieto di sosta, saltuariamente le altre sere vedeva delle auto lì |
| | | |parcheggiate; |
| | | |- che a seguito dell'attentato ha cessato l'attività vendendo l'azienda. |
|NATALI Ernesto |3.12.1996 |Georgofili |Autista dell'ambulanza della Fratellanza Militare, riferisce: |
| | | |- che arrivato sul luogo dell'attentato si adoperò per il trasporto dei feriti ai vari ospedali |
| | | |cittadini. |
|PUCCIONI Roberto |3.12.1996 |Georgofili |Tecnico Istruttore della Polizia Municipale, riferisce: |
| | | |- che era in servizio con turno 19,30/01,30; |
| | | |- della viabilità nella zona (visonando un copia dello stradario di Firenze; nonchè foto delle vecchie |
| | | |Poste); |
| | | |- che le catene erano quasi sempre aperte. |
|sani silvia |3.12.1996 |Georgofili |Agente di Polizia Municipale, riferisce: |
| | | |- che era in servizio con orario 19/02; |
| | | |- che intorno alle oer 1,00 ha sentito un forte boato; |
| | | |- di come era regolata la circolazione veicolare nella zona interessata (con l'ausilio della visone di |
| | | |una copia dello strdario di Firenze; nonchè delle foto delle vecchie Poste); |
| | | | |
| | | |CONTROESAME - riferisce: |
| | | |- che il lasso di tempo tra la mancanza di energia elettrica e lo scoppio è stato brevissimo; |
| | | |- che le auto molto raramente venivano parcheggiate anche nel lato opposto alle vecchie Poste; |
| | | |- che molto spesso le catene erano aperte; |
| | | |- che fino a poco tempo prima vi era un ordine di servizio relativo alla sosta nella zona interessata. |
|SCHILLACI Pietro |3.12.1996 |Georgofili |Riferisce: |
| | | |- che verso le ore 1,00, appena rientrato nella sua abitazione di via Vacchereccia 3, ha udito un |
| | | |grande boato che ha provocato delle lesioni lievi al suo appartamento. |
|SETTESOLDI Paolo |3.12.1996 |Georgofili |riferisce: |
| | | |- che verso le ore 1,00, mentre si trovava a casa di un amico in via Por S. Maria 6, udì un forte boato|
| | | |e che i vetri si frantumarono; |
|STEFANINI Andrea |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, ancora abitante in Lungarno dei Medici nr. 10, riferisce: |
| | | |- che stava studiando quando vide un grande bagliore e poi sentì un grande boato e si ritrovò con |
| | | |tutte le macerie addosso; |
| | | |- che fu portato in ospedale per le ferite riportate; |
| | | |- che l'appartamento è stato completamente distrutto; |
|STEFANINI Nicola |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, ancora abitante in Lungarno dei Medici nr. 10, riferisce: |
| | | |- che ha riportato una ferita alla gamba; |
| | | |- che l'appartamento è stato completamente distrutto. |
|tognetti alessandro |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, all'epoca abitante in via Lambertesca riferisce: |
| | | |- che si svegliò sommerso dalle macerie e ferito da tagli alle gambe a seguito della caduta degli |
| | | |infissi; |
| | | |- che si portò in strada dove i poliziotti lo affidarono all'ambulanza che lo portò all'ospedale; |
|VALERIANI Alberto |3.12.1996 |Georgofili |Parte offesa, riferisce: |
| | | |- che aveva un banco di pelletteria agli Uffizi con magazzino in via dei Georgofili nr. 15/R; |
| | | |- che la zona era accessibile mediante l'apertura della catena di via della Ninna; |
| | | |- che nel piazzale degli Uffizi le auto potevano essere parcheggiate lato vecchie Poste. |
|VELTRI Antonio |3.12.1996 |Georgofili |Riferisce: |
| | | |- che si trovava al momento dell'esplosione al piazzale Michelangelo e ricorda di aver visto una |
| | | |fiammata e sollevarsi i tetti; |
| | | |- che si è adoperato, quale volontario della Fratellanza Miliatre di Lastra a Signa, al recupero delle |
| | | |salme. |
|BIANCHI Rosanna |4.12.1996 |Georgofili |Vigile urbano del Comune di Firenze, riferisce: |
| | | |- di essere stato in servizio il 26.5.1993 dalle ore 14,15 alle ore 20,15 e di avere controllato la |
| | | |zona del Ponte Vecchio, Por Santa Maria; |
| | | |- della viabilità nella zona interessata dall'attentato; |
| | | |- di non avere notato la presenza di veicoli non autorizzati al transito e alla sosta nella zona; |
| | | |- che la catena di via della Ninna rimaneva aperta; |
|BINI Bruno |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che vi era un sistema di telecamere a circuito chiuso che "monitorava" gli interni degli Uffizi e che|
| | | |nel corpo di guardia (situato al terzo piano, sopra il corridoio vasariano) erano collocati i monitors;|
| | | | |
| | | |- che circa due mesi prima del fatto c'era stata una telefonata anonima che preavvertiva della presenza|
| | | |di una bomba, cosa poi risultata non vera; |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e al momento dell'esplosione si trovava nel corpo di guardia e|
| | | |che non vi era stata alcuna interruzione dell'energia elettrica; |
| | | |- che a seguito dell'esplosione erano crollati dei calcinacci e si erano infranti i vetri del |
| | | |finestrone, vetri che gli avevano procurato delle lesioni; |
| | | |- dei danni alla Galleria; |
| | | |- dell'utilizzo dell'ingresso di via della Ninna da parte del personale; |
| | | |- che non vi era alcun controllo all'esterno, nemmeno agli accessi, del complesso degli Uffizi; |
| | | |- quindi del sistema di allarme acustico installato agli ingressi e delle telecamere con funzioni di |
| | | |controllo degli ingressi di via della Ninna e della " vecchia posta", telecamere attive solo fino alle|
| | | |19 e collegate esclusivamente con il "gabiotto" dove stanno le guardie che prestano servizio di giorno;|
| | | | |
| | | |- che in via Georgofili solitamente sostavano delle autovetture; |
|DE VITO Giuseppe |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e al momento dell'esplosione si trovava nel corpo di guardia; |
| | | |- dei danni alla Galleria; |
|FARINA Giovanni |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che vi era un sistema di telecamere a circuito chiuso che "monitorava" gli interni degli Uffizi e che|
| | | |nel corpo di guardia (situato al terzo piano, sopra il corridoio vasariano) erano collocati i monitors;|
| | | | |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e al momento dell'esplosione; |
| | | |- che circa un mese prima c'era stata una telefonata anonima che preannunciava la presenza di una |
| | | |bomba, notizia rivelatasi falsa e che c'era stata una ispezione della polizia; |
| | | |- dei danni alla Galleria; |
| | | |- che in fondo a via della Ninna c' era la catena che intorno alle 19 era per lo più aperta; |
| | | |- che in via Georgofili solitamente sostavano delle autovetture; |
| | | |- che nel piazzale, all'altezza dell'ingresso della vecchia posta, le autovetture sostavano; |
| | | |- che in via della Ninna capitava che vi fossero autovetture in sosta; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME: |
| | | |- che ricevette personalmente la telefonata anonima; |
|MAROTTA Carlo |4.12.1996 |Georgofili |Facchino autorizzato, riferisce: |
| | | |- che curava il trasporto di una decina di barrocci dal piazzale degli Uffizi e dalla loggia del |
| | | |Porcellino ad alcuni depositi- magazzini di via Georgofili; solitamente tra le 20,30 e le 21,30; |
| | | |- che la sera del 26.5.1993, quando va a depositare i barrocci, non c'erano autovetture parchegiate in |
| | | |via Georgofili, autovetture che solitamente ostacolano le manovre di ricovero dei barrocci; |
| | | |- che c'era solamente la 500 di un residente; |
|OSSANI Augusto |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che vi era un sistema di telecamere a circuito chiuso che "monitorava" gli interni degli Uffizi e che|
| | | |nel corpo di guardia (situato al terzo piano, sopra il corridoio vasariano) erano collocati i monitors;|
| | | | |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e al momento dell'esplosione e si trovava nel corpo di |
| | | |guardia; |
|PIANI Pietro |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che vi era un sistema di telecamere a circuito chiuso che "monitorava" gli interni degli Uffizi e che|
| | | |nel corpo di guardia (situato al terzo piano, sopra il corridoio vasariano) erano collocati i monitors;|
| | | | |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e al momento dell'esplosione si trovava nel corpo di guardia e|
| | | |che non vi era stata alcuna interruzione dell'energia elettrica; |
| | | |- che a seguito dell'esplosione erano crollati dei calcinacci e si erano infranti i vetri del |
| | | |finestrone; |
| | | |- dei danni alla Galleria; |
| | | |- che non vi era alcun controllo all'esterno, nemmeno agli accessi, del complesso degli Uffizi; |
| | | |- quindi dell'impianto eletrico e delle telecamere con funzioni di controllo degli ingressi di via |
| | | |della Ninna e della " vecchia posta", telecamere attive solo fino alle 19 e collegate esclusivamente |
| | | |con il "gabiotto" dove stanno le guardie che prestano servizio di giorno; |
|PULITI Maurizio |4.12.1996 |Georgofili |Vigile urbano del Comune di Firenze, riferisce: |
| | | |- di essere stato in servizio il 26.5.1993 dalle ore 14,15 alle ore 20,15 e di avere controllato la |
| | | |zona del Ponte Vecchio, Por Santa Maria; |
| | | |- della viabilità nella zona interessata dall'attentato; |
| | | |- di non avere notato la presenza di veicoli non autorizzati al transito e alla sosta nella zona; |
| | | |- che nel piazzale degli Uffizi non si poteva sostare, anche se qualche volta taluno parcheggiava |
| | | |poichè la catena di via della Ninna rimaneva aperta; |
|PUTGIONI Gesuino |4.12.1996 |Georgofili |Ispettore della DIA di Firenze, riferisce: |
| | | |- degli accertamenti espletati al fine di verificare quale tipo di sorveglianza fosse attiva all'epoca |
| | | |del fatto nel piazzale degli Uffizi e nell'edificio; |
| | | |- degli accessi al complesso degli Uffizi individuati: |
| | | |1) in via della Ninna n.5, dal quale accede il personale e le persone che devono recarsi negli uffici |
| | | |della Soprintendenza; v'è un servizio di portierato; è installata una telecamera, sul muro accanto |
| | | |all'ingresso, a circa quattro metri di altezza, che serve a controllare le persone che accedono; |
| | | |2) nel piazzale, (c.d. vecchia posta), dal quale si accede ad uffici della Soprintendenza; v'è un |
| | | |servizio di portierato; è installata una telecamera più grande della prima, sul muro accanto |
| | | |all'ingresso; |
| | | |3) in via Lambertesca n.4, proprio di fronte a via dei Georgofili, accesso riservato al custode; non |
| | | |v'è servizio di portierato; all'interno dell'adrone era installata una telecamera, visibile |
| | | |dall'esterno solo con il portone aperto |
| | | |4) in via Lambertesca, ove si trova l'Ufficio Catalogo; da tale accesso non si può raggiungere la |
| | | |Galleria; non v'è servizio di portierato; era installata una telecamera, sul muro accanto all'ingresso,|
| | | |sul lampione, che serviva a controllare le persone che accedono; è attivata dagli impiegati; |
| | | |Le telecamere sono attive dalle 7 alle 19; |
|siliani Paolo |4.12.1996 |Georgofili |citato per udienza 3.12.1996 |
| | | |Parte offesa, abitante in via Lambertesca 6, riferisce: |
| | | |- dei danni subiti; |
| | | |- delle lesioni riportate; |
|VARASI Massimo |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e che al momento dell'esplosione si trovava nel corpo di |
| | | |guardia; |
| | | |- dei danni che constata; |
| | | |- che la catena di via della Ninna dopo le 19 rimaneva aperta; |
|VITALIANO Roberto |4.12.1996 |Georgofili |Guardia notturna alla Galleria degli Uffizi, riferisce: |
| | | |- che il servizio di vigilanza si svolgeva dale ore 19 alle 7 esclusivamente all'interno della |
| | | |Galleria; |
| | | |- che era in servizio la notte del fatto e al momento dell'esplosione si trovava nel corpo di guardia e|
| | | |che non vi era stata alcuna interruzione dell'energia elettrica; |
| | | |- che a seguito dell'esplosione erano crollati dei calcinacci e si erano infranti i vetri del |
| | | |finestrone; |
| | | |- dei danni alla Galleria; |
| | | |- che aveva pensato ad uno scoppio nei locali caldaia, prospicienti la via Georgofili; |
|BALOCCHINI E. Emilio |5.12.1996 |Georgofili |E' proprietario di un banco di vendita ed espleta l'attività sotto il Loggiato degli Uffizi. Riferisce:|
| | | | |
| | | |- che ricoverava il banco in un magazzino in via Georgofili al numero 7/r; |
| | | |- che il 26.5.1993 fece rientro in via Georgofili intorno alle 7,30 dopo una giornata di lavoro |
| | | |tranquilla; |
| | | |- che a seguito dell'esplosione ha perso tutto; |
| | | |- che la zona era sempre pattugliata dai vigili; |
| | | |- che la sera del giorno 25 la sua attenzione era stata attirata da una persona che guardava ai piani |
| | | |superiori dello stabile dove è ubicato il suo magazzino; |
| | | |- che tale persona gli sembrava uno slavo; |
| | | |- che la sera del 26 la manovra di ricovero del banco era stata ostacolata dalla presenza di una una |
| | | |autovettura Clio, che non apparteneva ai residenti da lui conosciuti; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME: |
| | | |- che l'autovettura era parcheggiata davanti al magazzino, sul lato destro di via Georgofili; |
| | | |- che l'autovettura era parcheggiata e non c'era il conducente. |
|BORGIOLI Andrea |5.12.1996 |Georgofili |Studente universitario, riferisce: |
| | | |- di avere accompagnato la sua ragazza a casa in via Lambertesca 5 , intorno alle 24, dopo avere |
| | | |parcheggiato la sua autovettura nello spiazzo davanti al cinema Capitol; |
| | | |- che verso le 00,40 lascia la casa della ragazza e percorre via Lambertesca in direzione del piazzale |
| | | |degli Uffizi; |
| | | |- che la sua attenzione viene richiamata da una macchina che parcheggia in via Georgofili, dalla parte |
| | | |della torre, dove la sosta non è consentita; |
| | | |- che l'auto non fece manovre di parcheggio e che ne discese una "silhouette" velocemente, con movenze |
| | | |decise; |
| | | |- che l'auto era bianca, tipo un Fiorino, con degli oblò, senza che abbia fatto caso alla presenza o |
| | | |meno di un portapacchi; |
| | | |- che vede l'auto negli ultimi venti metri prima della posizione di quiete; |
| | | |- che la persona che discese dall'auto gli diede l'idea di "uno che si è dimenticato del portafogli" |
| | | |chiuse lo sportello ("tirò una sportellata"), allontanandosi quindi in maniera affrettata nella |
| | | |direzione dalla quale l'auto proveniva; |
| | | |- che la persona non era bassa, ( più alta di 1,65) non particolarmente grassa; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME |
| | | |- che dietro il Fiorino e non davanti c'erano macchine; |
| | | |- che aveva le luci anabbaglianti accese; |
| | | |- che non sentì il boato; |
| | | |- che non vide scooter contromano; |
| | | |- che la manovra di accostamento fu decisa e senza correzioni; |
| | | |- che vi erano altri spazi di parcheggio; |
| | | | |
| | | |PM |
| | | |- che la zona era a lui nota e che il Fiorino venne parcheggiato sotto la Torre. |
|CELLINO Francesco |5.12.1996 |Georgofili |Vigile Urbano del Comune di Firenze, riferisce: |
| | | |- di essere intervenuto sul luogo dell'esplosione nell'immediatezza del fatto e di avere prestato i |
| | | |primi soccorsi; |
|GABRIELLI Franco |5.12.1996 |Georgofili |Responsabile della Sezione Antiterrorismo della DIGOS di Firenze, riferisce: |
| | | |- di avere avuto la responsabilità del gruppo investigativo che si occupa immediatamente delle |
| | | |indagini; |
| | | |- di avere individuato 34 feriti e quindi identificato le persone decedute ( i quattro componenti la |
| | | |famiglia Nencioni e lo studente Dario Capolicchio); |
| | | |- di avere identificato il proprietario del furgone Fiat Fiorino (il cui motore era stato rinvenuto in |
| | | |un androne di uno stabile di via Lambertesca) e la persona (ROSSI Alvaro) cui ra stato sottratto; |
| | | |- di avere accertato,già nella prima settimana di indagine, attraverso le dichiarazioni di ROSSI Alvaro|
| | | |e di LO CONTE, le circostanze di tempo (tra le 19,30 e le 19,45) e di luogo del furto; |
| | | |- di avere accertato, in particolare, che la sera del furto il TG Regionale (parametro temporale |
| | | |riferito da ROSSI in relazione al parcheggio) era andato in onda alle ore 19,33 e 15 sc; |
| | | |- di avere accertato e quindi ricostruito ( come da foto che illustra) le caratteristiche del Fiorino: |
| | | |di colore bianco, completamente cabinato, con tre aperture finestrate, due sui lati ed una sulla parte |
| | | |anteriore, munito di portapacchi (illustra le dimensioni); fornisce anche l'altezza, la larghezza del |
| | | |Fiorino, oltre alla capacità di carico; |
| | | |- di avere acquisito, nel contesto delle prime indagini, già lo stesso giorno 27.5.1993 le |
| | | |dichiarazioni di BORGIOLI Andrea e Suglio Michelina, entrambi presentatisi spontaneamente in Questura, |
| | | |in relazione al luogo ove il Fiorino era esploso; |
| | | |- di avere escluso che nel luogo dell'attentato vi fossero obiettivi "sensibili" e che l'Accademia dei |
| | | |Georgofili non era mai stata oggetto di attenzione istituzionale della DIGOS; |
| | | |- di avere acquisito una massa di informazioni sulle persone "alloggiate" e su altri dati; |
| | | |- di avere acquisito, su disposizione del PM, il traffico cellulare del distretto 055 dalle ore 00,00 |
| | | |del 26.5.1993 alle ore 02,00 del 27.51993. |
|INDOLFI Vincenzo |5.12.1996 |Georgofili |Dirigente la DIGOS di Firenze, riferisce: |
| | | |- di essere intervenuto sul luogo dell'esplosione intorno alle 1,30 e coordina le prime operazioni atte|
| | | |ad assicurare i soccorsi; |
| | | |- che nei giorni precedenti non c'era stata alcuna segnalazione in merito a possibili attentati; |
| | | |- che verifica che negli ospedali cittadini erano stati curati circa 25 feriti; |
| | | |- che dalle schegge che nota nelle facciate degli stabili di via Georgofili incomincia a pensare ad un |
| | | |attentato; |
| | | |- che la certezza dell'attentato viene raggiunta quando nell'androne dello stabile di via Lambertesca, |
| | | |situato di fronte alla confluenza di via Georgofili, viene rinvenuto il blocco motore di una |
| | | |autovettura, del quale rileva il numero di telaio; |
| | | |- che dagli accertamenti risulta che il motore era pertinente ad un Fiorino rubato la sera precedente; |
| | | |- di non essersi mai occupato, in ragione del suo ufficio, dell'Accademia dei Georgofili. |
|LO CONTE Giuseppe |5.12.1996 |Georgofili |Gestisce una lavanderia in via della Scala 79/r, riferisce: |
| | | |- di conoscere Rossi Alvaro, suo cliente, che disponeva di un Fiorino di colore bianco; |
| | | |- di vedere solitamente parcheggiato il Fiorino davanti alla abitazione di Rossi la sera quando |
| | | |chiudeva il negozio, tra le 19,30 e le 19,45; |
| | | |- che la sera del 26.5.1993 si era trattenuto nella lavanderia fino alle 19,40 avendo atteso una |
| | | |cliente straniera; |
| | | |- che si era avviato lungo il marciapiede di sinistra di via della Scala (direzione viali) e di non |
| | | |avere visto il Fiorino; |
| | | |- che aveva fatto mente locale alla circostanza il giorno dopo, quando si era saputo che nella zona era|
| | | |stato rubato un Fiorino utilizzato per l'attentato, e gli era stato chiesto se per caso non fosse il |
| | | |suo; |
| | | |- che il Fiorino di Rossi gli era ben noto e ne descrive le caratteristiche in maniera conforme; |
| | | |- che il punto di via della Scala ove lo vedeva parcheggiato era prossimo al cartello a prtire dal |
| | | |quale la sosta era vietata; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME |
| | | |- che il Fiorino aveva la targhetta "diesel" sul tappo del serbatoio; |
|pelagi piernicola |5.12.1996 |Georgofili |Vigile Urbano del Comune di Firenze, riferisce: |
| | | |- di essere intervenuto sul luogo dell'esplosione nell'immediatezza del fatto e di avere prestato i |
| | | |primi soccorsi; |
| | | |- apprende dal collega WARD del rinvenimento di parti di motore; |
|ROSSI Alvaro |5.12.1996 |Georgofili |Dipendente della ditta FAIR di Parronchi Andrea, detentore del furgone Fiat Fiorino targato FI H90593, |
| | | |riferisce: |
| | | |- di essere l'unico utilizzatore del Fiorino; |
| | | |- le caratteristiche del furgone (colore, finestratura, portabagli sul tetto, alimentazione a gasolio) |
| | | |- degli spostamenti e degli orari durante la sua giornata lavorativa e dell'ora di rientro a casa con|
| | | |il Fiorino solitamente tra le 19 e le 19,30; |
| | | |- di essere abitudinario e di guardare "immancabilmente" il TG Regionale delle ore 19,30; |
| | | |- di parcheggiare solitamente il Fiorino sempre in via della Scala; |
| | | |- che la sera del 26.5.1993 era arrivato a casa intorno alle 19,25 e aveva parcheggiato il Fiorino, |
| | | |chiuso a chiave, "alla fine delle abitazioni" di via della Scala, dov c'è un cancello; |
| | | |- che si era trattenuto qualche minuto in macchina per guardare delle foto e che quindi, arrivato a |
| | | |casa, aveva acceso la tv proprio mentre andavano in onda degli spot pubblicitari e quindi il TG |
| | | |Regionale; |
| | | |- che il Fiorino funzionava perfettamente e non aveva alcun problema di avviamento e che, a motore |
| | | |caldo, nell'arco di mezz'ora, il motore si avviava immediatamente, senza attendere il riscaldamento |
| | | |delle "candelette"; |
| | | |- di essersi accorto della scomparsa del furgone la mattina e di avere denunciato il furto verso le ore|
| | | |9 - 9,30 presso i CC di Borgognissanti; |
| | | |- che il Fiorino "ricostruito" dalla DIGOS, di cui vede le foto, corrisponde esattamente a quello di |
| | | |cui disponeva; |
| | | |- di abitare da 32 anni in via della Scala e di essere una faccia conosciuta nella zona. |
| | | | |
| | | |CONTROESAME |
| | | |- che per smontare il portabagagli occorre circa mezz'ora; |
| | | |- che occore sezionarlo in due parti per farlo entrare all'interno del furgone; |
| | | |- che il Fiorino era sempre in ordine ed andava perfettamente; |
| | | |- che capitava di rado che parcheggiava in viale Rosselli |
| | | |- che aveva un'altra chiave del Fiorino che rimaneva in ufficio e lì era rimasta anche dopo il furto; |
| | | |PM |
| | | |- l'altezza del Fiorino da terra, portabagagli compreso |
| | | |- che il portabagagli era "estensibile" ed era regolato a circa la metà della corsa e che dal tetto del|
| | | |Fiorino alla "fine" del portabagagli c'erano circa 10 cm. |
|suglio michelina |5.12.1996 |Georgofili |Cameriera di sala presso il ristorante "Monkey Business" , riferisce: |
| | | |- che il ristorante è ubicato in Chiasso Baroncelli, tra la via Lambertesca e la Loggia dei Lanzi; |
| | | |- che solitamente terminava di lavorare intorno alla mezzanotte, mezzanotte e trenta; |
| | | |- che la sera dell'esplosione andò via dal locale insieme ad un'amica a bordo del motorino, percorrendo|
| | | |via Georgofili controsenso; |
| | | |- di avere visto un Fiorino di colore bianco parcheggiato davanti alla porta dell'Accademia dei |
| | | |Georgofili; |
| | | |- che il Fiorino era privo del "famoso" portabagagli (così come le veniva richiesto dalla Digos); |
| | | |- che, - come gli contesta il PM a proposito delle sue predenti dichiarazioni alla Digos del 30.5.1993 |
| | | |circa la presenza anche di una autovettura bianca, "forse una Fiat Uno" - allora il suo ricordo era |
| | | |preciso; |
| | | |- che il Fiorino aveva il muso rivolto verso via Lambertesca (come precisa a contestazione) aveva i |
| | | |fari spenti e non c'era alcuna persona vicina; |
| | | |- che era uscita dal locale intorno alle 00,40 forse prima (00,20 o 00,30) e, a contestazione delle |
| | | |dichiarazioni del 30.5.1993, più precisamente alle 00,20; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME |
| | | |- che al massimo lasciava il ristorante alle 01,00; |
| | | |- che quella sera non c'era stato quasi nessuno e che erano arrivati dei clienti (un tavolo) intorno |
| | | |alle 22,30; |
| | | |- che non vide alcunchè all'interno del Fiorino; |
|WARD Louis |5.12.1996 |Georgofili |Vigile Urbano del Comune di Firenze, riferisce: |
| | | |- di essere intervenuto sul luogo dell'esplosione nell'immediatezza del fatto e di avere prestato i |
| | | |primi soccorsi; |
| | | |- di avere rinvenuto in un portone di via Lambertesca (che riconosce nella foto che gli viene mostrata)|
| | | |parti del motore di una autovettura che consegnrà al funzionario della DIGOS presente sul posto; |
|ANGIONI mariano |6.12.1996 |Georgofili |Comandante del Nucleo Operativo Provinciale di Firenze, riferisce: |
| | | |- degli accertamenti conseguenti alla individuazione del Fiorino come autobomba; |
| | | |- che la denuncia di furto era stata presentata alle 9,25 del 27.5.1993 presso la Stazione CC di |
| | | |Firenze Centro; |
| | | |- del sopralluogo fatto in via della Scala e della presenza di telecamere poste a sorveglianza della |
| | | |caserma Simoni della Regione Militare Tosco-Emiliana; |
| | | |- della acquisizione della videocassetta del sistema di sorveglianza a circuito chiuso della caserma; |
| | | |relativa al giorno 26.5.1993 e ai due giorni precedenti; |
| | | |- che la telecamera della caserma riprende tutta via dellaScala fino all'incrocio con il viale Fratelli|
| | | |Rosselli; |
| | | |- che le videocassette furono inviate al CIS per l'estrapolazione dei fotogrammi del Fiorino e poi |
| | | |affidate al consulente nominato dal PM; |
| | | |- che in data 14.6.1993 fu fatto un sopralluogo con il PM e vennero effettuate delle riprese |
| | | |utilizzando le stesse apparecchiature della caserma Simoni e riproducendo la posizione di parcheggio |
| | | |del Fiorino; |
| | | |- che tutto il materiale fu consegnato ai consulenti; |
| | | | |
| | | |CONTROESAME: |
| | | |- che non ha memoria di black-out e comunque di non avere svolto indagini in tal senso; |
|CAFARO Antonio |6.12.1996 |Georgofili |Medico legale presso l'Istituto di Medicina Legale di Firenze, riferisce: |
| | | |- di avere eseguito l'ispezione esterna delle quattro salme della famiglia Nencioni e l'autopsia di |
| | | |Dario Capolicchio; |
| | | |- che la morte dei componenti la famiglia Nencioni era da imputare ad un duplice meccanismo: |
| | | |A) meccanismo contusivo rappresentato dalla compressione dei grandi pesi gravativi che avevano |
| | | |procurato lo scoppio degli organi interni; |
| | | |B) meccanismo asfittico dovuto sia alla impossibilità della espansione del torace, sia alla occlusione |
| | | |delle prime vie respiratorie conseguenti alla inspirazione di terriccio. |
| | | |- che la morte di Dario Capolicchio era da imputare alle ustioni di quasi tutta la superficie corporea.|
|magliocca Giorgio |6.12.1996 |Georgofili |Maresciallo in servizio presso il Nucleo Operativo Provinciale CC Firenze, riferisce: |
| | | |- della acquisizione in data 28.5.1993 della videocassetta del giorno 26.5.1993 della caserma Simoni. |
|menichetti marco |6.12.1996 |Georgofili |Consulente del PM, esperto di processamento di analisi numerica dell'immagine, riferisce: |
| | | |- dell'incarico ricevuto dal PM di evidenziare le posizioni del Fiorino nel filmato del giorno |
| | | |26.5.1993 della caserma Simoni e sostanzialmente ciò che era accaduto al Fiorino; |
| | | |- che ognuna delle sei telecamere che compongono il sistema di sorveglianza della Caserma è attiva per |
| | | |circa 10 secondi al minuto; |
| | | |- che ha lavorato sulla cassetta originale e su altra contenente una simulazione; |
| | | |- che ha potuto accertare che nella cassetta originale esisteva uno scarto di due minuti sull'orario di|
| | | |acquisisizione delle immagini (che appare in video); |
| | | |- che con tecniche di miglioramento delle immagini ha potuto individuare un Fiorino che arriva in via |
| | | |della Scala, mettere la freccia a sinistra, accendere le luci di stop e poi sparire dal campo visivo |
| | | |efficace; |
| | | |- che l'arrivo del Fiorino viene localizzato con certezza alle ore 19,29 e 41sc (ora del nastro) (19,27|
| | | |ora effettiva) |
| | | |- con tecniche che illustra, che l'immagine subisce una modificazione nella zona di interesse (quella |
| | | |del parcheggio); |
| | | |- che alle ore 19,37 (orario effettivo) l'immagine in tale zona è modificata e si presenta come quella |
| | | |che si evidenzia alle 19,12 e cioè prima dell'arrivo del Fiorino; |
| | | |- che si riporta alle conclusioni riportate nella relazione che consegna alla Corte. |