Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1° dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: esame_imputati/testimon/preparaz/collabor/p_cancem.txt



|pm cl 27.8.1993 |la sua costituzione |motivazioni: di carattere "interiore" e paura di essere ucciso dopo |
| | |l'incontro con provenzano, ganci e michelangelo la barbera allorchè aveva |
| |provenzano |manifestato perplessità al progetto di sequestro ovvero di eliminazione |
| | |del capitano ultimo (pag 2) (aprile-maggio 93) |
| | |marcenò giovanni gli consegna un "bigliettino" : carlo greco lo avrebbe |
| | |prelevato per appuntamento con provenzano; pericolo; |
| | | |
| | |guerra allo stato (vedi sotto provenzano) |
| |cosa nostra: reggenza del |è u.o., capo decina, della famiglia di porta nuova combinato su |
| |mandamento di porta nuova |presentazione di vittorio mangano; capo del mandamento di porta nuova |
| | |(comprende le famiglie di palermo centro e borgo vecchio) pippo calò; |
| | |cancemi non aveva la carica formale di reggente, ma "dava un occhio" come |
| | |richiestogli da calò. (pag.4) |
|pm cl 28.8.1993 h.10,15 |cosa nostra: cucuzza |ruolo del capo mandamento: controllo di ogni iniziativa e automatica |
| | |acquisizione della qualità di membro della commissione; (pag.1) |
| | |vittorio mangano, giuseppe andronico, la marca f. e camporeale a. uomini |
| | |d'onore di porta nuova; (pag.2) |
| | |famiglia di borgo vecchio: romano g.b., pecoraro a., cucuzza salvatore |
| | |(pag.2) |
| |cosa nostra: |messaggi (a mezzo di bigliettini) di riina in relazione ad appalti che gli|
| |riina |interessavano nell'ambito della famiglia di porta nuova (pag.3) |
| | |incontri con riina, s.biondino e g.drago in casa di girolamo guddo nel |
| | |1989 (pag.4) |
|pm cl 28.8.1993 h. 16,30 |stragi del 92 |ganci non gli riferisce nulla, discorsi nemmeno sfiorati (pag.1) |
|pm cl 1.11.1993 |stragi del 92 |prime ammissioni: incontro con ganci raffaele, giovanni brusca, salvatore |
| | |biondino, ferrante; |
| | |incontro di riina con persone importanti per bomba a falcone (pag. 3-4) |
| | |successivo incontro con bagarella, brusca, biondino, ferrante e altra |
| | |persona |
| | |la villetta |
|pm cl 2.11.1993 |stragi del 92 |ulteriori indicazione sugli autori materiali, secondo le confidennze di |
| | |raffaele ganci: brusca, bagarella, ferrante, biondino, mimmo e calogero |
| | |ganci, persona magra (la barbera gioacchino) e nino gioè (pag. 9) |
| | |ulteriori confidenze di giovanni brusca (pag 10 ) |
| | |riconosce poi giovanni battaglia, antonino troia e pietro rampulla |
|pm cl 4.11.1993 |stragi del 92 |dice di non sapere niente della strage di via d'amelio; |
| | |reazioni e timori all'interno di cosa nostra per la linea dura e |
| | |sanguinaria di riina e possibile reazione dello stato (pag.5-6) |
| | |riconosce in foto gioacchino la barbera |
| | | |
| | |ruolo primario di biondino salvatore in cosa nostra(pag. 17) |
| | |ulteriore apertura sulle stragi: dice di essere stato informato |
| | |preventivamente quale capo mandamento, sia pure in sostituzione di calò e|
| | |sua partecipazione alle riunioni operative (pag.18) |
| | |ulteriori dettagli operativi |
| | |ancora sull'incontro di riina con persone importanti (pag 22) |
|pm cl 28.8.1993 |provenzano |incontro ulteriore: precede quello di cui sopra; è la prima volta che vede|
|h. 16,30 | |provenzano, presentatogli da raffaele ganci |
|pm cl 16.11.1993 | |provenzano conosciuto dopo la strage di capaci |
| | |provenzano e riina : rapporti, accordi; |
| | |ancora dulla vicenda del capitano "ultimo" : guerra allo stato (pag. 9) |
|pm cl 28.8.1993 |drago |dice che lo accusa di un omicidio da lui mai commesso; ganci si lamenta |
|h. 16,30 |di maggio |delle accuse che gli vengono rivolte da di maggio (pag.3) |
|pm cl 28.8.1993 |i mandamenti e i rispettivi |corleone: riina - provenzano |
|h. 16,30 |capi |san lorenzo: gambino giacomo giuseppe |
| | |s.g. iato: brusca bernardo |
| | |guadagna: aglieri prietro |
| | |brancaccio: giuseppe e filippo graviano |
| | |bocca di falco: buscemi salvatore |
| | |noce: ganci raffaele |
| | |pagliarelli: motisi matteo |
| | |belmonte mezzagno: spera benedetto |
| | |porta nuova: calò |
| | |bagheria: non è mandamento ma zona di influenza di provenzano |
| | |(pag. 3-4) |
|pm fi 8.3.1994 |i graviano |riina stabilisce che ciaculli non doveva più esistere, |
| | |il mandamento a brancaccio e ai fratelli graviano dopo l'arresto di |
| | |lucchese giuseppe |
| | |ottimi rapporti tra i graviano e bagarella (pag.7) |
|pm cl 17.11.1993 | |ulteriori dettagli sulla composizione delle famiglie: |
| | |carlo greco, sottocapo della guadagna |
| | |ciccio tagliavia, sottocapo della famiglia di corso dei mille, mandamento |
| | |di brancaccio; |
| | |i graviano: |
| | |renzino tinnirello |
| | |biondino salvatore: capo del mandamento di san lorenzo in sostituzione di |
| | |gambino |
| | |brusca giovanni: capo mandamento in sostituzione del padre |
| | |(pag.5) |
|pm cl 4.11.1993 |riina |modalità di conferimento con gli altri associati: incontri in luogo comune|
| | |e quindi si appartava separatamente (pag 13); brindisi per la strage di |
| | |capaci dopo circa un mese dal fatto, a casa di guddo |
|pm cl 13.1.1994 |riina |riina prende le redini dei mandamenti rimasti privi di capi per le |
| | |questioni importanti (pag.2) |
| |struttura |ancora sulla struttura |
| | |(pag.3-4) |
| | |la commissione interprovinciale (pag. 6): |
| | |santapaola |
| | |madonia piddu |
| | |ferro toni |
| | |agate mariano |
|pm cl 28.8.1993 |la commissione |dittatura di riina (pag. 4) |
|h. 16,30 | | |
|pm cl 17.11.1993 | |dittatura di riina e provenzano: attacco agli uomini delle istituzioni |
| | |(pag.7) |
| | |riina e provenzano:stessa testa, stessa mente, stessa strategia |
| |i demoni |brusca giovanni, aglieri pietro, greco carlo, filippo e giuseppe graviano,|
| | |renzino tinnirello, leoluca bagarella e ciccio tagliavia |
| |altri pericolosi |niscemi giovanni, la barbera michelangelo, biondino salvatore, calogero e |
| | |domenico ganci, anzelmo francesco paolo, tinnirello "madonna", |
| | |ferrante giovan battista, conosciuto nella macelleria di ganci, presente |
| | |salvatore biondino (pag.6) |
|pm cl 7.1.1994 |cosa nostra |riconosce, tra l'altro: |
| | |brusca giovanni |
| | |bagarella leoluca |
| | |biondino salvatore |
| | |di matteo mario santo |
| | |ferrante giovan battista |
| | |ganci calogero |
| | |ganci domenico |
| | |ganci raffaele |
| | |la barbera gioacchino |
| | |rampulla pietro |
| | |riina salvatore |
| | |biondo salvatore 1 |
| | |biondo salvatore 2 |
|pm cl 16.11.1993 |cosa nostra |ruolo di biondino salvatore (pag. 2-3) |
| |delitto lima |riina a proposito del delitto lima: lima non aveva garantito il buon esito|
| | |del maxi e bisognava rompergli le corna |
|pm cl 17.11.1993 |stragi del 93 |dittatura di riina e provenzano: attacco agli uomini delle istituzioni |
| | |(pag.7) |
| | |riina e provenzano:stessa testa, stessa mente, stessa strategia |
| | |convinzione che le stragi del 93 siano addebitabili a riina provenzano e |
| | |al loro gruppo di fuoco; |
| | |scelta degli obiettivi suggerita e ciò in correlazione ai contatti di |
| | |riina con personaggi importanti; (pag 8) |
|pm cl 16.2.1994 |pentitismo |pericolo della diffusione del fenomeno del pentitismo: |
| |41 bis |obiettivo di riina e provenzano era la eliminazione della normativa |
| |contatti politici |premiale, del 41 bis, anche prodromico alla collaborazione |
| | |contatti con uomini politici per orientare la legislazione nel senso |
| | |sperato |
| | |(pag 2-3-4) |
|pm fi 8.3.1994 |idem: |incontri nel maggio 93 tra provenzano e ganci: |
| |provenzano prosegue la |provenzano intende portare avanti la strategia di riina che si "sarebbe |
| |strategia di riina |giocato i denti" per annullre 41bis e legge sui pentiti |
| | |progetto di eliminazione del capitano ultimo |
| | |(pag. 2) |
| | |obiettivi suggeriti (pag.3) |
| | |costanzo aveva augurato male incurabile a mafiosi; |
| | |bagarella intimo di provenzano; |
| | |i graviano intimi di bagarella |
| | |brusca, figlioccio di riina |
| | |contatti con persone importanti fuori di cosa nostra (Pag 4): |
| | |sequestro del capitano ultimo per ottenere qualcosa; |
| | |nel maggio 93 qualcosa si stava muovendo; |
| | |la decisione di compiere attentati decisa da cosa nostra, con inserimento |
| | |successivo di soggetti esterni.(pag 5) |
| | |reazioni preventivate: attentati necessari per ottenere quelle promesse ( |
| | |pag. 8) |
|pm fi 28.3.1995 | |impensabile che le stragi del 1993 siano state eseguite all'insaputa di |
| | |riina e provenzano (pag 10) |
|pm milano e roma 15.3.94 | |costanzo si era distinto per impegno antimafia; male incurabile ai mafiosi|
| | |(pag 1); |
| | |i graviano nel cuore di riina, di bagarella e di provenzano (pag. 4) |
| | |tagliavia francesco |
| | |cosa nostra e la chiesa (pag 6) |
| | |famiglia nuvoletta a napoli |
| | |nessuna precisa conoscenza su progetti e fasi esecutive ma perfetta |
| | |conoscenza della linea portata avanti (pag.7) |
| | |ritiene impossibile che cosa nostra impieghi una donna |
| | |i graviano a milano per ragioni operative (pag 9) |
| | |enea e bono referenti di cosa nostra a milano (pag.10) |
|pm cl 7.1.1994 | |relazioni di cosa nostra con dc prima e psi dopo (pag. 8-9) |
|pm cl 2.12.1993 |cosa nostra trapanese |contatti con mariano agate e messina |
|pm fi 28.3.1995 | |riina e provenzano nel trapanese come a casa loro (pag. 11) |
| | |messina denaro francesco e agate mariano cresciuti insieme a loro; |
| | |messina francesco (mastru cicciu) |
| | |sinacori vincenzo (pag 12) e rapporti di questi con riina |
| |carra e spadaro |carra michele presentatogli da masino spadaro: si occupava di contrabbando|
| | |(pag 13) |
| |di filippo P ? | |
| |di filippo e.? | |
| |messina denaro matteo? | |
| | | |
| | | |
| | | |
| | | |
| | | |