Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1° dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: esame_imputati/testimon/preparaz/collabor/p_annac.txt


| |DATI PERSONALI |DA CHIEDERE |
|PUBBLICO MINISTERO DI ROMA 11 | |Nel settembre del 1992 si trovava detenuto nella |
|AGOSTO 1993 | |sezione Fornelli del carcere dell'Asinara; (c'erano |
| | |detenuti pugliesi, calabresi e napoletani) |
| |gli attentati ai musei in risposta al|nel corso della traduzione (era insieme ai detenuti |
| |41 bis |COCOZZA e RINALDI) il COCOZZA gli dice che di lì a |
| | |qualche giorno sarebbe stato informato che c'erano |
| | |persone che contavano, (la decisione poi sarebbe stata|
| | |portata a conoscenza dei detenuti ristretti in tutte |
| | |le altre carceri del circuito differenziato, quello |
| | |per il 41 bis) che avevano decisiso che si dovevano |
| | |fare degli attentati ai musei; |
| | |"si doveva creare panico, attaccare i beni dello stato|
| | |per far così che i turisti in Italia avessero visto le|
| | |rovine dell'Italia, si doveva far casino in Sardegna, |
| | |dove si trovava la sezione Fornelli ed in Toscana, |
| | |perchè c'era Pianosa" |
| | |si doveva creare panico, attaccare i beni dello stato |
| | |per far cosi che i turisti in Italia avessero visto le|
| | |rovine dell'Italia, si doveva far casino in Sardegna, |
| | |dove si trovava la sezione Fornelli ed in Toscana, |
| | |perchè c'era Pianosa. |
| | | |
| | |.. Se entro il 20 luglio 93 non fosse decaduto il |
| | |41bis ...sarebbero successi grossi casini... (era |
| | |stato notificato il 20 luglio) |
| | | |
| | |Ristrettezze imposte dal 41 bis |
| | | |
| | |nel mese di novembre è detenuto a Rebibbia (prima è |
| | |stato a Carinola): |
| | |ne parla con Piddu MADONIA ma questi lo zittisce e |
| | |dice che è già informato; poi gli dice che è a |
| | |conoscenza della decisione di attaccare le "cose |
| | |vecchie" |


PM ROMA 6 DICEMBRE 1993 | |riferisce che al dr. MARITATI ha reso dichiarazioni su tali fatti subito dopo l'attentato di via di Firenze, ma in realtà informalmente ne aveva parlato anche prima con personale della Dia e con altri magistrati;
non voleva verbalizzare nulla sul punto, per timore di non essere creduto ... "su cose che dovevano ancora accadere..";
| |PM FIRENZE 15.11.1994
| |il significato degli attentati |Compiere azioni in Sardegna e in Toscana, in relazione ai |
| | |due carceri in cui viene applicato il 41 bis, |
| | |rispettivamente all'Asinara e a Pianosa, voleva essere |
| | |manifestazione della volontà di indurre lo Stato a fare |
| | |marcia indietro sul 41 bis; come ho già detto, questa |
| | |disposizione si è rivelata insopportabile per i gruppi |
| | |criminali non solo per il regime carcerario in sé, ma |
| | |soprattutto perchè incide negativamente sulla possibilità di|
| | |controllo dei detenuti da parte dei gruppi criminali, e da |
| | |ciò la concreta possibiluità di un isolamento del singolo |
| | |detenuto e quindi una propensione per scelte processuali |
| | |inaccettabili: mi riferisco cioè alla collaborazione con |
| | |l'Autorità Giudiziaria. |
| | | |
| | | |
| | | |
| | | |
| | | |