Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1░ dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: deleghe_in_corso_di_dibattimento/97_07_18.txt


N. 3309/93-21 Pubblico Ministero DDA

Firenze, 18 luglio 1997

Oggetto: Dibattimento a carico di BAGARELLA Leoluca ed altri, per i fatti di strage degli anni 1993-1994.


ALLA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA
- Centro Operativo di -

F I R E N Z E


Occorre, in relazione a quanto in oggetto, procedere ai seguenti riscontri:

A) In relazione alle dichiarazioni di GULLOTTA Antonino:
1) - Data dell'arresto di Santo MAZZEI;
2) - Data dell'arresto di GULLOTTA e inizio della sua collaborazione;
3) - Presenza (residenza, dimora etc.) di Giovanni BASTONE e Salvatore FACELLA a Torino nell'anno 1992; eventuali misure di prevenzione cui era sottoposto BASTONE;
4) - DisponibilitÓ di una Tempra Station Wagon da parte di Salvatore FACELLA;
5) - Orario di apertura e di chiusura al pubblico del Giardino di Boboli nell'ottobre-novembre 1992 con specifica se l'ingresso fosse libero o a pagamento;

In relazione alle dichiarazioni di LA BARBERA Gioacchino:
6) - Arresto a Milano di LA BARBERA il 23 marzo 1993 e reati contestatigli; arresto di Antonino GIOE' nel 1993;
7) - Detenzione di Bernardo BRUSCA, anche ospedaliera, nel 1986, ovvero negli anni prossimi, e soggiorno obbligato di Giovanni BRUSCA a Linosa nello stesso periodo;
8) - Periodi detenzione di BAGARELLA e di GIOE' a partire dalla fine degli anni 70;
9) - Inizio della latitanza di Giovanni BRUSCA e Leoluca BAGARELLA e data del loro arresto;
10) - Inizio collaborazione di Baldassare DI MAGGIO;
11) - DisponibilitÓ di un'autofficina-carrozzeria da parte di Gioacchino CALABRO';
12) - Luogo ove erano stati sotterrati i cadaveri di MILAZZO Vincenzo, BONOMO Antonella e MILAZZO Giovanni, fratello di Vincenzo;
13) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio di Ignazio SALVO;
14) - Rapporti di parentela tra Gaetano SANGIORGI e Ignazio SALVO;
15) - Individuazione della villa in Santa Flavia intestata alla madre di Gaetano SANGIORGI;
16) - DisponibilitÓ da parte di LA BARBERA e GIOE' di un appartamento in via Ughetti a Palermo e intercettazioni ambientali operate nello stesso;
17) - DisponibilitÓ da parte di MANGANO Antonino di una agenzia di Assicurazioni a Palermo in corso dei Mille;
18) - Comune detenzione a Rebibbia di LA BARBERA, GIOE' e Simone BENENATI e collocazione all'interno dello stesso carcere; possibilitÓ di contatti all'interno del carcere tra BENENATI da una parte e LA BARBERA e GIOE' dall'altra;
19) - Circostanze relative alla morte di GIOE'e sequestro di una lettera manoscritta dallo stesso;
20) - Rinvenimento di un binocolo a raggi infrarossi nell'arsenale sequestrato nel bunker di Giovanni BRUSCA a S.Giuseppe Iato;
21) - Identificazione di "Robertino" ENEA con il quale era in contatto LA BARBERA;
22) - Identificazione di Santi PULLARA' e Giovanni PULLARA' di Santa Maria del Ges¨;
23) - Identificazione di un certo "Romano", parente di Santi PULLARA';
24) - Identificazione del collaboratore di giustizia LO CICERO; sua permanenza nella zona di Reggio Emilio e lavoro prestato presso una falegnameria;
25) - Rinvenimento e sequestro di un grosso quantitativo di armi a Catania alla fine del 1992;
26) - Identificazione di TRAINA, che disporrebbe di un'autofficina in Palermo;

In relazione alle dichiarazioni di CALVARUSO Antonino:
27) - Circostanze relative al suo arresto il 24.6.1995 e al contestuale arresto di BAGARELLA, con specifico riferimento al contatto presso il negozio di abbigliamento di CALVARUSO in corso Tukory tra BAGARELLA e lo stesso CALVARUSO;
28) - Cariche ricoperte nelle societÓ che facevano capo al villaggio " Euromare"; disponibilitÓ di tale complesso da parte di Tullio CANNELLA;
29) - Utilizzo delle generalitÓ "Franco AMATO" da parte di BAGARELLA;
30 - DisponibilitÓ da parte di Tullio CANNELLA di appartamenti in via Benedetto Marcello e via Passaggio MP-1 a Palermo e tracce della presenza di BAGARELLA in tali appartamenti, ovvero nel villaggio EUROMARE;
31) - Impiego di Giorgio PIZZO presso l'acquedotto comunale;
32) - DisponibilitÓ da parte di Salvatore GRIGOLI di un negozio di articoli sportivi e di una autovettura Golf-Polo di colore blu;
33) - Comune detenzione di CALVARUSO e GIACALONE presso il carcere di Rebibbia reparto G-12 nel novembre/dicembre 1995; custodia nella medesima cella 13 dei predetti e di Antonio MARANTO;
34) - Data e riferimenti essenziali degli omicidi di SPADARO e BUSCEMI;;
35) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio dei fratelli D'AMBROGIO;
36) - Individuazione della "camera della morte" in via Messina Montagna; disponibilitÓ della medesima, esito di eventuali atti di perquisizione e sequestro;
37) - AttivitÓ di indoratore esercitata da SPATUZZA;
38) - Data dell'attentato al negozio di abbigliamento "BARONE" in via Lincoln;
39) - Identificazione di Piero LO BIANCO di Misilmeri;
40) - Identificazione di Benedetto CAPIZZI e del genero Rodolfo VIRGA;
41) - Identificazione di Mimmo "RACCUIA" (verosimilmente da identificarsi in Mimmo RACCUGLIA);
42) - Identificazione di certo "MUSSO", arrestato;
43) - DisponibilitÓ di un complesso turistico da parte di Michel GIACALONE a Triscina; cariche politico-amministrative eventualmente ricoperte;
44) - Identificazione di Cesare LUPO e RUSSO Franco;
45 - Data e riferimenti essenziali degli omicidi: GRADO, VULLO, BUSCETTA, SOLE, PASSAFIUME;
46) - DisponibilitÓ di un bar in zona Cruillas da parte di un parente di Antonino MANGANO;
47) - Identificazione di Vito CORACI di Balestrate;
48) - Identificazione di Giuseppe LO BIANCO e Francesco BONOMO di Partinico; disponibilitÓ di un'industria vinicola da parte di BONOMO;
49) - Identificazione di "Mico" FARINELLA;
50) - Identificazione di CILLUFFO, "politico" del quartiere Brancaccio;
51) - Movimento politico SICILIA LIBERA; presentazione di liste alle politiche del 1994 e risultati riportati;
52) - Identificazione di Nicola PIAZZESE;

In relazione alle dichiarazioni di DI FILIPPO Emanuele:
53) - Data dell'arresto e inizio della collaborazione;
54) - Identificazione di MARCHESE Antonino e rapporto di affinitÓ (ha sposato la sorella Agata DI FILIPPO) con DI FILIPPO Emanuele;
55) - Periodi di detenzione di MARCHESE Antonino e del fratello MARCHESE Giuseppe, con specifica della comune detenzione nel carcere di Voghera;
56) - Identificazione di MARINO Salvatore e SALERNO Pietro, LUCCHESE Giuseppe, GRECO Giuseppe detto "Scarpuzzedda", MARINO MANNOIA Agostino, GIULIANO Giuseppe detto "FOLONARI", GIULIANO Antonino, SAVOCA Giuseppe (Pino), TINNIRELLO Gaetano, SPADARO Tommaso, TAGLIAVIA Francesco, TINNIRELLO Lorenzo "U' TURCHICEDDU";
57) - Rapporto di parentela tra SPADARO Tommaso e LUCCHESE Giuseppe;
58) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio di certo FIORENTINO nell'anno 1982-1983;
59) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio del presidente del Palermo Calcio, PARISI;
60) - Gestione di un distributore di benzina ESSO da parte della famiglia DI FILIPPO e negozio di articoli sportivi "Sicilia Sport" da parte di Pasquale DI FILIPPO;
61) - Data e riferimenti essenziali degli omicidi del commissario MONTANA, del senatore MINEO, dei fratelli MESSINA;
62) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio di un ragazzo di Corso dei Mille che aveva una piccola azienda che produceva serrande;
63) - Data e riferimenti essenziali della "scomparsa" dei fratelli FRAGALE;
64) - Identificazione di SPADARO Antonino, nipote di SPADARO Tommaso; del fratello di quest'ultimo, Giuseppe;
65) - Identificazione di SPADARO Giuseppe ovvero Francesco (fratello di Antonino), fu Giuseppe, che dovrebbe scontare una condanna all'ergastolo;
66) - Identificazione di Enzo BUCCAFUSCA, CALAMIA Giuseppe, CORRAO Pietro e SAVOCA Francesco e SAVOCA Giuseppe (Pino); data dell'arresto di Pino SAVOCA;
67) - Sequestro di circa 3 mila chilogrammi di hashish in localitÓ Aspra nei primi anni 90;
68) - Identificazione di Maurizio LA VARDERA;
69) - Individuazione della rivendita di gomme "GIARRUSSO" in via Messina Marina;
70) - Colloqui avuti da Emanuele e Agata DI FILIPPO con Antonino MARCHESE nel carcere di Voghera;
71) - Identificazione di Giovanni DI GAETANO;
72) - Identificazione di Filippo LA ROSA e Salvatore BRUNO, con specifica della rivendita di carne da parte di questi;
73) - Identificazione di FARANA Giuseppe;
74) - Identificazione di FEDERICO Vito e dello zio Pietro Mimmo FEDERICO, che sarebbe un costruttore;
75) - Identificazione di SACCO Antonino, con specifica dell'attivitÓ imprenditoriale svolta, della data di arresto;
76) - Comune detenzione nel carcere di Benevento e di Palermo di SACCO Antonino e DI FILIPPO Emanuele;
77) - Identificazione di Marcello TUTINO, fratello di Vittorio, con la specifica del lavoro espletato;
78) - Identificazione di Gregorio MARCHESE;
79) - Inizio della collaborazione di MARCHESE Giuseppe;
80) - Data ed elementi essenziali dell'omicidio di Giovanni SUCATO (detto il mago di Villabate) e dell'omicidio di QUARTARARO Filippo;
81) - Identificazione di TORREGROSSA Giovanni; GAROFALO Paolo, BISCONTI Piero;
82) - Comune detenzione nel carcere di Palermo, di GIACALONE Luigi, SACCO Antonino, DI FILIPPO Emanuele in concomitanza con adempimenti processuali di DI FILIPPO Emanuele nel procedimento "Golden Market";
83) - Identificazione del dottore GUTTADAURO, con specifica della disponibilitÓ di una casa vicino ad Aspra e dell'attivitÓ svolta presso l'Ospedale Civico di Palermo;
84) - Identificazione dei fratelli Pietro Paolo e Giovanni GAROFALO, con la specifica che quest'ultimo Ŕ sposato con la sorella della moglie di Emanuele DI FILIPPO; comune residenza nello stesso stabile dei GAROFALO, di DI FILIPPO, e di Pietro CARRA;
85) - Identificazione di persona soprannominata "Ciareddu", con la specifica che abita nello stesso stabile di Emanuele DI FILIPPO;
86) - Identificazione di GIULIANO Salvatore detto il "postino";
87) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio di Stefano CASELLA;

In relazione alle dichiararioni di D'AGOSTINO Giuseppe:
88) - Data dell'arresto di D'AGOSTINO Giuseppe nel febbraio-marzo 1996 e titolo dei reati del provvedimento cautelare;
89) - Esame in video-conferenza di DI FILIPPO Pasquale "qualche giorno prima dell'arresto" di D'AGOSTINO, nel corso del quale il primo avrebbe riferito della "condanna a morte" di D'AGOSTINO;
90) - Identificazione di IMPALLARA Nicola e sua disponibilitÓ di un bar;
91) - DisponibilitÓ di una "polleria" da parte dei fratelli Salvatore e Franco SPATARO;
92) - DisponibilitÓ nell'anno 1993-1994 di una autovettura Y10 e di uno scooter Peugeot da parte di Cristoforo CANNELLA;
93) - DisponibilitÓ da parte di D'AGOSTINO Giuseppe di un deposito in via Sacco e Vanzetti e notizie relative all'attivitÓ lavorativa svolta anche dal padre;
94) - Identificazione di MILITELLO Tommaso, con la specifica che lavorava asseritamente presso il San Paolo Hotel;
95) - Identificazione di Nicola LIPARI;

In relazione alle dichiarazioni di SPATARO Salvatore:
96) - Data dell'arresto di SPATARO Salvatore nel marzo 1996 e titolo dei reati del provvedimento cautelare;
97) - Identificazione del dottore MANDALA' che dovrebbe lavorare presso l'Ospedale "Ospizio Marino" di Palermo;
98) - Identificazione di ANTIBO Piero, con la specifica che sua madre dispone di una cantina e che abita nello stesso stabile della madre di SPATARO Salvatore;
99) - Identificazione della persona che dispone di un negozio di video-cassette denominato "Hobby Video";
100) - Identificazione dei fratelli BUFFA, uno dei quali a nome Salvatore, che disporrebbero di un terreno, un agrumeto, a Ciaculli;
101) - Identificazione di Tony VINCIGUERRA;
102) - Identificazione di "Paolino" DALFONE, con la specifica della disponibilitÓ di un capannone nella zona industriale di Brancaccio;
103) - Identificazione di DRAGO Giuseppe e BATTAGLIA "Pino";
104) - Identificazione di Filippo MARCHESE, che agli inizi degli anni '80 disponeva di un Bar in piazza Torrelunga;
105) - Rapina avvenuta in quegli anni ai danni di un furgone postale di Belmonte Mezzagno nel corso della quale sarebbero stati uccisi due postini, a seguito della quale Salvatore SPATARO era stato condannato in primo grado e assolto in appello;
106) - Identificazione di Carlo BILLETTI;
107) - Identificazione di Angelo BAIAMONTE;
108) - DisponibilitÓ da parte dei fratelli GRAVIANO di una fabbrica di materiale per l'edilizia denominata "Palermitana Blocchetti";
109) - Verifica che la nonna di SPATARO Salvatore abitava in via Conte Federico, "di fronte" all'abitazione dei GRAVIANO;
110) - Identificazione RUOTOLO Salvatore e SENAPA Pietro;
111) - Verifica che Vittorio TUTINO gestiva insieme al cognato, fratello della moglie, una pescheria in via A.Diaz;
112 - DisponibilitÓ da parte dei fratelli GRAVIANO della INDOMAR poi divenuta Renault Service;
113) - Identificazione di Aurelio CASSANO, cognato di Cristoforo CANNELLA;
114) - Abitazione della madre di Cristoforo CANNELLA in una "traversina" di via Conte Federico;
115) - Verifica della intestazione di una Peugeot 106 al fratello di SPATARO Salvatore, Franco;
116) - Identificazione di ASCIUTTO, cugino dei fratelli GRAVIANO;
117) - Identificazione di LO CASCIO, che si incontrava con CANNELLA nella polleria;
118) - Impiego di SPATUZZA presso la Valtras e dallo spedizioniere FERRARA;
119) - Identificazione di Gaetano LA ROSA;
120) - Verifica degli episodi di danneggiamento, verificatisi tra il '91 e il '93 nel negozio di utensileria, in via Michele Cipolla, in un negozio di abiti da sposa e in un negozio di mobili in via Lincoln, in una azienda agricola di Ciaculli;
121) - Verifica dell'appalto dei lavori di pulizia dei treni alla stazione da parte dei VASILE;
122) - Verifica che presso l'impresa di pulizia dei VASILE lavori o abbia lavorato un "barbiere" di nome Franco;
123) - Identificazione di Santino RUSSO, parente di Cristoforo CANNELLA, che dispone di cavalli;
124) - Identificazione di "Costantino" che fa il barbiere insieme al cognato, intestatario del telefonino trovato nella disponibilitÓ dei GRAVIANO;
125) - Verifica relativa all'impiego presso il Comune di Palermo di MANGANO Antonino;
126) - Permuta di una Fiat Uno con una Audi 80 da parte di SPATARO Salvatore presso l'autosalone di GIACALONE-GRIGOLI;
127) - Identificazione di FAIA Salvatore;
128) - DisponibilitÓ di un distributore di carburanti da parte di GIULIANO Francesco in piazza Sant'Erasmo;
129) - DisponibilitÓ di un autolavaggio in via Sacco e Vanzetti da parte di TROMBETTA Agostino;
130) - DisponibilitÓ da parte di CIARAMITARO Giovanni di un'agenzia di onoranze funebri in piazza Torrelunga;
131) - Identificazione di Lorenzo D'ARPA;
132) - Inizio della latitanza di Cristoforo CANNELLA;
133) - DisponibilitÓ da parte di BARRANCA di una autovettura Polo di colore blu;

In relazione alle dichiarazioni di CANNELLA Tullio:
134) - Data dell'arresto di CANNELLA Tullio nel luglio del 1995 e titolo dei reati del provvedimento cautelare;
135) - Verifica di contatti tra CANNELLA Tullio e BAGARELLA sulla base dei tabulati dei telefoni cellulari nella disponibilitÓ dei predetti;
136) - Ultimo periodo di latitanza di BAGARELLA trascorso in appartamento della SocietÓ Eurofin della quale Tullio CANNELLA era amministratore;
137) - Identificazione di Domenico SANSEVERINO;
138) - Verifica del contratto di locazione dell'appartamento, di proprietÓ Eurofin, sito in via Benedetto Marcello 25 Palermo a nome di QUARTARARO, zia dei GRAVIANO;
139) - Terreno in Contrada Chianta Pasquale a Finale di Pollina di proprietÓ dei fratelli GIAMBELLUCA;
140) - Appartamenti presso il Villaggio Euromare, in via Benedetto Marcello 25 e via Malaspina Passaggio MP 1 numero 9 scala A, terzo piano nei quali aveva trascorso la latitanza BAGARELLA;
141) - Intestazione di due villette nel villaggio Euromare a Cristoforo CANNELLA ovvero al fratello Giuseppe CANNELLA o alla moglie CORSALE Anna Maria;
142) - Comune detenzione di Giorgio PIZZO e Cristoforo CANNELLA presso il carcere dell'Ucciardone nell'anno 1987;
143) - Elezione di MANGANO Antonino nel Consiglio di Quartiere di Sette Cannoli e di Tullio CANNELLA in quello di Brancaccio-Ciaculli;
144) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio di Giuseppe SICHERA;
145) - Identificazione di Natale GAMBINO;
146) - Accertamento della pendenza di un procedimento di prevenzione a carico di PALAZZOLO Saveria, moglie di Bernardo PROVENZANO; medesimo accertamento per la moglie di Salvatore RIINA;
147) - Data e riferimenti essenziali relativi all'aggressione ai danni della madre di Tullio CANNELLA, con la specifica di una "rivendicazione" al Giornale di Sicilia;

In relazione alle dichiarazioni di DRAGO Giovanni:
148) - Identificazione di DI GAETANO Giovanni, detto "parrineddu", e MANULI Salvatore;
149) - Relazioni di parentela tra Giovanni DRAGO e la famiglia MARCHESE;
150) - Data dell'arresto di Filippo GRAVIANO nel 1986 e titolo dei reati del provvedimento cautelare;
151) - Data dell'arresto e titolo dei reati del provvedimento cautelare a carico di Giovanni DRAGO; durata della sua detenzione e data di inizio della sua collaborazione;
152) - Identificazione di PUCCIO Vincenzo, data del suo arresto e riferimenti essenziali al suo omicidio in carcere;
153) - Identificazione di TINNIRELLO Antonino detto "madonna";
154) - Identificazione di GRIPPI Leonardo;
155) - Identificazione di ABATE Guseppe, capo della famiglia di Roccella ('u zi' Pinuzzo") e del nipote ABATE Giovanni;
156) - Data e riferimenti essenziali all'omicidio di ABATE Giuseppe;
157) - Identificazione di LA BARBERA Michelangelo, GANCI Raffaele, AGLIERI Pietro, MADONIA Antonino, GRECO Carlo;
158) - Durata degli arresti domiciliari concessi a GRAVIANO Filippo;
159) - Data della scomparsa di Agostino MARINO MANNOIA;
160) - Identificazione di Gaetano TINNIRELLO;
161) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio di Mario PRESTIFILIPPO;
162) - Data dell'arresto di LUCCHESE Giuseppe;
163) - Attentato dinamitardo al cantiere, in zona San Ciro, nella cabina elettrica, della Ferrocementi; attentato dinamitardo ad una fabbrica di blocchetti, Termoblok, dei fratelli CALZETTA; attentato dinamitardo alla abitazione, nei pressi di Bagheria, di un infermiere, amico di Vincenzo PUCCIO;
164) - Comune detenzione di DRAGO Giovanni e GIULIANO Giuseppe, comunque coimputati nel medesimo procedimento per associazione mafiosa;
165) - DisponibilitÓ di una pescheria da parte di Francesco TAGLIAVIA in piazza Sant'Erasmo;
166) - Data e riferimenti essenziali degli omicidi (scomparse) di GRECO Pietro e certo FAIA, nonchŔ di certo LOMBARDO, parente di CONTORNO;
167) - Data e riferimenti essenziali degli omicidi di CONIGLIARO Giacomo e CASELLA Giuseppe, dell'ing. BOSCIA della Ferrocementi, del barone D'ONUFRIO;
168) - Data e riferimenti essenziali della rapina, ai danni della ditta Ferrera o Ferrara, di un camion di collettame e armi con sequestro, nell'occasione, di un certo ROMEO e Gaspare SPATUZZA;
169) - Data di inizio della collaborazione di Francesco MARINO MANNOIA;
170) - Verifica del legame di affinitÓ tra GIULIANO Salvatore "il postino" e Pietro SENAPA;
171) - Intestazione di un appartamento in via Sperone al padre di Giovanni DRAGO;
172) - Intestazione del contratto Enel a TUTINO Vittorio dell'appartamento ove DRAGO Giovanni conduceva la latitanza e dove lo stesso veniva tratto in arresto;
173) - Danneggiamenti del Mobilificio SACCONE e della fabbrica di scarpe CIMA a Palermo;
174) - Identificazione di FERRANTE Giusy, fidanzata di Benedetto GRAVIANO;
175) - Data ed elementi essenziali dell'omicidio di Pietro OCELLO;
176) - Comune detenzione di Pietro SALERNO e Giorgio PIZZO;

In relazione alle dichiarazioni di CANCEMI Salvatore:
177) - Data della costituzione di Salvatore CANCEMI, con specifica dei provvedimenti cautelari a suo carico e dell'organismo al quale si era presentato;
178) - Data dell'arresto di Giuseppe (Pippo) CALO';
179) - Identificazione dei componenti della famiglia di Palermo Centro: Vincenzo SORCE, CORALLO Giovanni, PULIZZI Giuseppe, MULE' Franco;
180) - Identificazione dei componenti della famiglia di Borgo Vecchio: CUCUZZA Salvatore, CANCELLIERE Domenico;
181) - Identificazione dei componenti della famiglia di Porta Nuova: SCRIMA Francesco, LIPARI Giovanni, SPADARO Tommaso, MANGANO Vittorio;
182) - Identificazione degli uomini d'onore: GAMBINO Giuseppe Giacomo, BIONDINO Salvatore, BUSCEMI Salvatore, GIUFFRE' Antonino, MADONIA Francesco, TROIA Mariano, BUFFA Giuseppe;
183) - Identificazione dei figli di Raffele GANCI, Domenico e Stefano;
184) - Identificazione di AGATE Mariano;
185) - Identificazione di Matteo MOTISI, capo della famiglia di Pagliarelli;
186) - Ruolo svolto dal capitano "Ultimo" nella cattura di Salvatore RIINA;
187) - Identificazione di Girolamo GUDDO e disponibilitÓ di un immobile nei pressi della clinica "villa Serena";
188) - Identificazione di Nino GALLIANO, nipote di Raffaele GANCI;
189) - Individuazione del "pollaio" (dietro la Casa del Sole) nella disponibilitÓ di Michelangelo LA BARBERA;
190) - Identificazione di Giovani MARCIANO', con specifica della disponibilitÓ di un'agenzia di assicurazione a Bocca di Falco;
191) - Identificazione di Salvatore MADONIA, figlio di Francesco;
192) - Rinvenimento di una somma di denaro all'estero sulla base delle indicazioni fornite da CANCEMI;

In relazione alle dichiarazioni di FERRANTE Giovan Battista:
193) - Identificazione di Salvatore BUFFA, detto "Nerone";
194) - Identificazione di ANSELMO Paolo, partecipe della strage di via D'amelio;
195) - Identificazione di ONORATO Francesco, SCALICI Simone, D'ANGELO Giovanni, partecipi della strage di via Pipitone Federico;
196) - Identificazione di VIRGA Vincenzo, uomo d'onore della famiglia di Trapani;
197) - Identificazione di Andrea MANGIARACINA, Andrea GANCITANO, Vito GONDOLA, uomini d'onore di Mazara del Vallo;
198) - Identificazione di BIONDO Giuseppe, cugino di Salvatore BIONDO "il lungo" e "il corto";
199) - Identificazione di Enzo GALATOLO, partecipe dell'omicidio del fratello di PUCCIO Vincenzo;
200) - Data e riferimenti essenziali dell'omicidio PUCCIO, avvenuto all'interno del cimitero dei Rotoli all'Acquasanta a Palermo;

In relazione alle dichiarazioni di CIARAMITARO Giovanni:
201) - Precedenti giudiziari di CIARAMITARO (arresti, denunce a p.l. etc);
202) - Periodi di detenzione di CIARAMITARO e titolo dei reati dei provvedimenti cautelari;
203) - Coimputazione di CIARAMITARO, ROMEO Pietro, FAIA Salvatore, salvo se altri, in un procedimento per associazione per delinquere finalizzata a rapine a TIR; periodo di rispettiva custodia cautelare;
204) - Data ed elementi essenziali dell'omicidio di Damiano RIZZUTO;
205) - Rapporto di parentela (sarebbero cugini) tra RIZZUTO e Francesco TAGLIAVIA;
206) - Rapporto di parentela acqusita tra GIULIANO Francesco "Olivetti" e Francesco TAGLIAVIA (GIULIANO avrebbe sposato una cugina di TAGLIAVIA);
207) - Identificazione di VELLA Vincenzo, con la specifica che si trattava di socio di CIARAMITARO in una agenzia di onoranze funebri;
208) - Identificazione di certo MARCHESE, titolare di rivendita di autovetture Renault a Brancaccio, con la specifica di una aggressione subita nel 1993 e conseguente ricovero ospedaliero;
209) - Identificazione di Carlo CASCINO;
210) - Verifica dell'obbligo di firma a carico di CIARAMITARO e periodi in cui tale obbligo Ŕ stato violato;
211) - Data e riferimenti essenziali della scomparsa di SAVOCA Francesco e di un cantante chiamato "Giannuzzo";
212) - Data e riferimenti essenziali della scomparsa di Salvatore CARUSO, persona che sarebbe stata condannata con sentenza definitiva per omicidio e che avrebbe beneficiato di permessi;
213) - DisponibilitÓ di un villino a Bolognetta da parte di GIULIANO Francesco;
214) - Identificazione di GARGANO Tommaso, lattoniere, arrestato nel 1995 per detenzione di esplosivo;
215) - Duplice omicidio di due fratelli, uno dei quali ucciso in piazza Scaffa e l'altro a Bolognetta, il cui cadavere sarebbe stato fatto recuperare da Pietro ROMEO;
216) - Omicidio avvenuto a Brancaccio di Francesco BLONTE, persona che disponeva di cavalli;
217) - Scomparsa di Francesco GARELLA (o CARELLA);
218) - Data e riferimenti essenziali del duplice omidio avvenuto a Villabate di Salvatore e Giuseppe DI PERI;
219) - Incendio di un deposito di salotti, situato in una traversa di via Armando Diaz a Palermo; di un autosalone in via Messina Marina; di un negozio di mobili in via Lincoln; fatti tutti che dovrebbero essere avvenuti nel 1994-1995;
220) - Verifica circa il ritiro del libretto di circolazione dell'autovettura Lancia Delta nella disponibilitÓ di CIARAMITARO da parte della Polstrada, mentre alla guida si trovava GIULIANO Francesco;
221) - DisponibilitÓ da parte di Cosimo LO NIGRO di un magazzino in via Lincoln e di un piccolo appartamento; di una pescheria in via Oreto; di un motoscafo;



IL PUBBLICO MINISTERO
Gabriele CHELAZZI - Sost.to
Giuseppe NICOLOSI - Sost.to