Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Processo per la strage di Via dei Georgofili
I verbali del 1° dibattimento
collaboratori
consulenti
deleghe_in_corso_di_dibattimento
esame_imputati
esposizione_introduttiva
fascicolo_dibattimento
intercettazioni
lista_testi
polizia_giudiziaria
preparazione_esami_dibattimento
requisitoria
requisitoria_generale
richiesta_di_prove
sentenza_661998
sommario
udienze
vicenda_bellini
97_03_21.txt
97_07_04.txt
97_07_18.txt
98_01_16.txt
atto_di_impugnazione.txt
risc_fe.txt
riscont.txt
riscontr.txt

Note
Versione stampabile   
DIBATTIMENTO-1: 97_07_04.txt


N. 3309/93-21 Pubblico Ministero DDA
Firenze, 4.7.1997


Oggetto: Dibattimento a carico di BAGARELLA Leoluca ed ltri, per i fatti di strage degli anni 1993-1994 .


ALLA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA
- Centro Operativo di -

F I R E N Z E


Occorre, in relazione a quanto in oggeto, procedere ai seguenti riscontri:

1) data arresto di GERACI Francesco e titolo dei reati del provv.to cautelare

2) inizio latitanza MESSINA DENARO Francesco.

3) data tentato omicidio GERMANA'

4) data omicidio GONZALES - luogo dell'omicidio, indicato da FERRANTE Giovan Battista in via Costantino a Palermo

5) data duplice omidicio MILAZZO-BONOMO.

6) data omicidio di tale LOMBARDO di Campobello di Mazara

7) luoghi di deposito di armi indicati e fatti individuare da GERACI Francesco.
Idem per preziosi, compresi lingotti, di RIINA Salvatore, fatti ritrovare sempre da GERACI Francesco.

8) Inizio collaborazione LA BARBERA Gioacchino.

9) Composizione famiglia anagrafica di FORTE Paolo (distributore IP Castelvetrano).

10) estremi storici della cd. guerra di Partanna fra gli ACCARDO e gli INGOGLIA.

11) esistenza rapporto di parentela tra gli ACCARDO ed Enzo PANDOLFO.

12) identificazione di Michel GIACALONE

13) identificazione della "austriaca", legata a MESSINA DENARO Matteo, dall'aeroporto di Catania nell'estate del 1993.

14) codetenzione GERACI Francesco - GRAVIANO Filippo all'Asinara.

15) codetenzione GERACI Francesco e CALABRO' Gioacchino all'Ucciardone ed all'Asinara.

16) rapporto di affinità tra MESSINA DENARO Matteo e Filippo GUTTADAURO. Quest'ultimo ha come fratello un medico, Giuseppe GUTTADAURO, che dovrebbe essere stato identificato come uomo d'onore di Palermo (famiglia di Roccella)

17) attentato alla villa dell'ex-onorevole CULICCHIA, ex Sindaco di Partanna.

18) riferibilità a AGATE Mariano della "Calcestruzzi" di Mazara del Vallo.

19) vicinanza di una sala denominata "Le Caprice" rispetto alla campagna di Battista CONSIGLIO, luogo indicato per custodia e controllo dell armi portate a Roma nel febbraio 1992 da MESSINA DENARO Matteo, GERACI Francesco, GRAVIANO Giuseppe etc.

20) Dati identificativi di CONSIGLIO Battista e figlio: età, attività, disponibilità di camions etc.

21) Quanto risulti sulla UNO diesel con la quale TINNIRELLO "Renzino" e MESSINA DENARO Matteo fecero il viaggio fino a Roma nel febbraio 1992.

22) Esistenza di un calzettificio, a Castelvetrano, nella disponibilità di certo Rosario "Saro" ALLEGRA, cognato di MESSINA DENARO Matteo.

23) disponibilità da parte di CANNELLA "Fifetto" di un negozio di abbigliamento a Palermo in via Oreto, con una dipendente dal nome CARRUBBA Stefania.

24) individuazione depositi di armi -e relativa consistenza- fatti ritrovare da FERRANTE Giovan Battista, con acqusizione verbali di sequestro.

25) codetenzione nella stessa cella, da aprile 1994 circa, di FERRANTE Giovan Battista e GRAVIANO Filippo all'Asinara con specifica relativa sistemazione (sezione 1 - cella 12).

26) data arresto FERRANTE Giovan Battista con indicazione dei reati addebitati con i relativi provv.ti cautelari (uno di Caltanissetta per "Capaci" ed uno di Palermo per 416 bis)

27) Situazione, preesistente all'arresto dell'1.11.1993, di FERRANTE Giovan Battista, dal punto di vista giudiziario.

28) data arresto GAMBINO Giacomo Giuseppe e sua permanenza ininterrotta in carcere fino alla data del suo sucidio (anno 1997)

29) qualità di latitante-ricercato di MESSINA Francesco "mastro Ciccio", recentemente morto suicida.

30) individuazione dei due: BIONDO Salvatore detto "il corto" e BIONDO Salvatore detto "il lungo", con specifica che il primo è coimputato di FERRANTE Giovan Battista nel processo per la strage di Capaci.

31) data omicidio CASSARA'

32) data omicidio LIMA

33) disponibilità da parte di GERACI Francesco di una 164 targata Trapani, bianca, con nascondiglio ricavato nel bagagliaio posteriore.

34) individuazione del GIULIANO "Peppuccio", parente di LUCCHESE Giuseppe, che dopo l'arresto di quest'ultimo (individuare la data) sarebbe stato per un certo tempo capo-mandamento di Ciaculli. Anche il GIULIANO "Peppuccio" sarebbe poi stato arrestato e ristretto anche nel carcere di Termini Imerese.

35) data sequestro gioielliere FIORENTINO.

A fini di quanto precede si acquisiranno le notizie occorrenti presso gli organi di PG al corrente dei fatti e, per quanto riguarda i dati da acquisire presso l'Amministrazione penitenziaria, interpellando gli organi centrali ovverro le singole Direzioni degli istituti -richiamando espressamente la presente delega del Pubblico Ministero-.

Ringrazio.

IL PUBBLICO MINISTERO
G. CHELAZZI - G. NICOLOSI