Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Del 41-bis
Sulla revoca del 41-bis a Lo Nigro, Benigno ed altri 04.01.2008
Varie notizie ANSA
21/07/2007 - Nostra ANSA su intervento Veltroni
04/05/2007 - Nostra ANSA
24/03/2007 - Lettera di confutazione affermazioni ex-ministro Castelli
Presentazione del Libro IL GIOCO GRANDE di G.Lo Bianco e S.Rizza
MASTELLA: Il carcere duro per i boss efficace strumento di prevenzione
20/03/2007 - Ardita: non frazionare i protagonisti antimafia (ANSA)
07/03/2007 - Commento a un intervento dell'On. D'Elia
19/02/2007 - Notizia ANSA sulla scadenza dei termini
Articolo su 'L'Espresso'
23/01/2007 - Commento all'intervento del Consiglio Comunale
12/01/2007 - Replica a Don Mazzi
Lettera di Don Mazzi a Repubblica
Lettera a Clemente Mastella
Ministro di Grazia e Giustizia
Descrizione dell'articolo di legge
   3 notizie nel periodo '04/01/2008'

NOTIZIA ANSA
602  del 
04/01/2008
MAFIA: RIAPPLICATO CARCERE DURO A BOSS STRAGISTA CANNELLA

(ANSA) - PALERMO, 4 GEN - E' stato riapplicato il carcere duro al boss Cristof.....
Apri
MAFIA: RIAPPLICATO CARCERE DURO A BOSS STRAGISTA CANNELLA

(ANSA) - PALERMO, 4 GEN - E' stato riapplicato il carcere duro al boss Cristoforo Cannella, detto "Fifetto", condannato definitivamente all'ergastolo per la strage di via d'Amelio e a 30 anni per le bombe del 1993.
Il mafioso era detenuto nel carcere di Viterbo e i giudici del tribunale di Sorveglianza di Roma avevano revocato il 41 bis dell'ordinamento penitenziario così come richiesto dai difensori del boss.
L'ergastolano è stato subito trasferito, su Disposizione dell'amministrazione penitenziaria, nel carcere di Opera, a Milano, dove è stato nuovamente sottoposto al duro regime carcerario.
Il mafioso di Palermo, che faceva parte della famiglia di "Brancaccio", guidata dai fratelli Giuseppe e Filippo Graviano, nel 2002 è stato protagonista di un messaggio-proclama proprio contro il carcere duro per i mafiosi.
Nella lettera che Cannella aveva inviato dal carcere era scritto: "Dove sono gli avvocati delle regioni meridionali che hanno difeso molti degli imputati per mafia e che ora siedono negli scranni parlamentari e sono nei posti apicali di molte commissioni preposte a fare queste leggi?". (ANSA).
ABB/ S0B S41 QBKS
Chiudi
NOTIZIA ANSA
603  del 
04/01/2008
MAFIA:ASS. GEORGOFILI,MASTELLA EVITI REVOCA 41 BIS STRAGISTI
(V. 'MAFIA: RIAPPLICATO CARCERE DURO A BOSS...'

(ANSA) - FIRENZE, .....
Apri
MAFIA:ASS. GEORGOFILI,MASTELLA EVITI REVOCA 41 BIS STRAGISTI
(V. 'MAFIA: RIAPPLICATO CARCERE DURO A BOSS...'

(ANSA) - FIRENZE, 4 GEN - "Il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, decreti, una volta per sempre, che i mafiosi stragisti, eversivi, terroristi del 1993 devono rimanere a regime di '41 bis'".
Lo chiede, in una nota, Giovanna Maggiani Chelli, portavoce dell'associazione dei familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili, appresa la notizia che è stato riapplicato il carcere duro al boss Cristoforo Cannella, detto "Fifetto", condannato definitivamente all'ergastolo per la strage di via d'Amelio e a 30 anni per le bombe del 1993.
Secondo Maggiani Chelli, anche se non è stato possibile provare che Cannella fosse presente fisicamente a Firenze la notte del 27 Maggio 1993, "è sicuramente uno degli uomini che ha partecipato alla campagna stragista del 1993 e lo abbiamo sempre ritenuto colpevole della morte dei nostri parenti e oggi colpevole delle disgrazie di vita dei nostri invalidi" e la revoca del 41 bis "sarebbe stato uno scandalo, così come lo fu quando fu revocato il 41 bis a Cosimo Lo Nigro e Salvatore Benigno".(ANSA).
COM-KWI/DLM S0B S41
S42 QBXX
Chiudi
NOTIZIA ANSA
604  del 
04/01/2008
MAFIA: VIZZINI, GIUSTO RIPRISTINO 41 BIS PER CANNELLA

(ANSA) - PALERMO, 4 GEN - "Trovo assolutamente giusto il provvedimento che riporta.....
Apri
MAFIA: VIZZINI, GIUSTO RIPRISTINO 41 BIS PER CANNELLA

(ANSA) - PALERMO, 4 GEN - "Trovo assolutamente giusto il provvedimento che riporta al regime di carcere duro (41 bis) il boss Cristoforo Cannella inteso Fifetto". Lo dice il sen. Carlo Vizzini, rappresentante speciale Osce contro le mafie transnazionali e componente della Commissione Nazionale antimafia.
"Mi era sembrata poco responsabile - aggiunge - la revoca e ritengo che il boss stragista possa avere una sola speranza di cambiare regime carcerario: collaborare con la giustizia e raccontare tutto quello che sa delle stragi del 1992 e 1993. Sappia peraltro Cannella che non dimentichiamo neanche i suoi proclami del 2002 contro il carcere duro, fatti con la viltà di chi tira la pietra per poi ritirare la mano". (ANSA).
COM- FK/LU S45 QBKS
Chiudi