Home page Indietro Contatti Cerca nel sito RSS
Sempre in primo piano
Ultimi 3 comunicati ↑
Ultimi 10 comunicati ↑
Il libro "Ore 1,04, la strage"
Il libro "Peggio di una guerra [..]"
Incontro con il Presidente del Senato R.Schifani
il 27 maggio 2008
   Le ultime 3 notizie   3 notizie nel periodo ''

   Le ultime 3 notizie
NOTIZIA ANSA
2749  del 
26/10/2018
ROMA, 26 OTT - "Il 'caso Provenzano' di queste ultime ore, inerente il 41 bis, ha di sicuro esacerbato gli animi. Annunciamo pertanto u..... Apri
ROMA, 26 OTT - "Il 'caso Provenzano' di queste ultime ore, inerente il 41 bis, ha di sicuro esacerbato gli animi. Annunciamo pertanto una raccolta di firme per una proposta di legge atta ad ottenere l'inasprimento del 41 bis e il mantenimento dell'ergastolo ostativo finchè ci sarà la mafia e per chi con la mafia collude".
Lo sostiene la presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage i via dei Georgofili, Giovanna Maggiani Chelli.
"Non è vendetta come si tenta di dire, è giustizia, solo che in questo Paese c'è chi fa finta di non sapere cosa è la mafia visto che non l'ha provata sulla propria pelle, o ha degli interessi personali. E' vero che il 41 bis esiste da 26 anni, ma è altrettanto vero che sono 26 anni che qualcuno in questo Paese, cerca di abolirlo: hanno iniziato con le bombe del 1993 quella di Via dei Georgofili e non hanno più smesso. Mi si dica come ha fatto Giuseppe Graviano a mettere incinta la moglie in carcere a 41 bis, se le restrizioni fossero disumane..Riteniamo ci possa essere malafede e qualcuno possa voler fare abolire il 41 bis per far scarcerare i mafiosi rei di strage, usando impropriamente la parola umanità" . (ANSA)
Chiudi
NOTIZIA ADNKRONOS
2748  del 
26/10/2018
"Da Strasburgo neanche quando sono morti ci risparmiano di menzionarli, e ci ricordano i nostri aguzzini, caso mai cercassimo di dimenticarli. Il..... Apri
"Da Strasburgo neanche quando sono morti ci risparmiano di menzionarli, e ci ricordano i nostri aguzzini, caso mai cercassimo di dimenticarli. Il capo di Cosa nostra Provenzano avrebbe subito in Italia il torto di morire a 41 bis. Certo che è morto a 41 bis in ospedale e il carcere duro bis un mero foglio di carta. Strasburgo però il 41 bis lo voleva abolito sulla carta bollata come Cosa Nostra. E ora che si fa si risarcisco i familiari di Provenzano, mentre noi sputiamo l'anima per avere riconosciuti i nostri diritti in un processo civile? Dove era Strasburgo dei diritti dell'uomo la notte del 27 maggio 1993 quando Provenzano ha mandato i suoi uomini a Firenze ad ammazzarci per far annullare il 41 bis, giusto sulla carta bollata?"
Lo afferma, in una nota, Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili.
"La Corte di Strasburgo ci offende, ci fa indignare mentre riconosce i diritti ai mafiosi post mortum e non batte un colpo sul fronte delle vittime di mafia. Ma di quali diritti stiamo parlando, di quelli di Cosa nostra?", conclude Maggiani Chelli. (AdnKronos)
Chiudi
NOTIZIA ANSA
2747  del 
25/10/2018
Provenzano: Associazione vittime, Strasburgo ci offende
Riconosciuti diritti mafiosi, non batte colpo per vittime mafia

ROMA, 25 OTT - &.....
Apri
Provenzano: Associazione vittime, Strasburgo ci offende
Riconosciuti diritti mafiosi, non batte colpo per vittime mafia

ROMA, 25 OTT - "Da Strasburgo neanche quando sono morti ci risparmiano di menzionarli, e ci ricordano i nostri aguzzini, caso mai cercassimo di dimenticarli".
A dirlo è Giovanna Maggiani Chelli, Presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili.
"Il Capo di Cosa nostra Provenzano avrebbe subito in Italia il torto di morire al 41 bis - afferma Maggiani Chelli- certo che è morto a 41 bis in ospedale; Strasburgo però il 41 bis lo voleva abolito sulla carta bollata come Cosa Nostra. E ora che si fa si risarciscono i familiari di Provenzano, mentre noi sputiamo l'anima per avere riconosciuti i nostri diritti in un processo civile? Dove era Strasburgo dei diritti dell'uomo la notte del 27 Maggio 1993 quando Provenzano ha mandato i suoi uomini a Firenze ad ammazzarci per far annullare il 41 bis, giusto sulla carta bollata? La Corte di Strasburgo ci offende, ci fa indignare mentre riconosce i diritti ai mafiosi post mortum e non batte un colpo sul fronte delle vittime di mafia. Ma di quali diritti stiamo parlando di quelli di Cosa Nostra"?".(ANSA)
Chiudi